-->

22 febbraio 2018

Recensioni Manga: "The Empire of Corpses"

The Empire of Corpses
Scritto da Project Itoh e Toh EnJoe
Disegnato da Tomoyuki Hino
Edizioni Star Comics
5,90 €
Bianco nero e colori con sovra copertina
176 pagine a volume
Volumi 3
Shonen
Drammatico, Mistero, Soprannaturale e Storico
Solo in fumetteria 

In un XIX secolo dalle atmosfere steampunk è possibile riportare in vita i morti e impiegarli nelle più svariate attività. John Watson, un brillante studente di medicina, si trova invischiato in una pericolosa missione per conto dell’Impero Britannico. Ciò che cerca sono i ventuno grammi di un’anima…
Nel cuore dell’Afghanistan, Alexei Karamazov svela a Watson una terribile verità sui nuovi modelli di cadavere. Il giovane medico e i suoi compagni ripartono per il Giappone sulle tracce del diario di Victor. La spirale di violenza e tradimenti si fa più soffocante mentre emergono dall’ombra nuovi giocatori di questa pericolosa partita a scacchi…

Eccomi qui con la mia prima recensione Manga, il fumetto di cui vi parlerò è uno shonen che ho appena terminato: “The Empire of Corpses”.
La storia è ambientata in un’epoca Vittoriana davvero particolare, infatti, oltre alla grande rivoluzione industriale anche, un'altra scoperta, ha cambiato radicalmente la vita dell’intera umanità.
In questo mondo il dott. Viktor Frankenstein è realmente esistito e ha veramente creato il famoso mostro.
Purtroppo il preziosissimo diario dello scienziato sparisce insieme a lui e, con esso, la conoscenza per dare vita ai cadaveri. 

21 febbraio 2018

Il sessismo nelle letteratura d'infanzia!


Sono pronta! Sono decisamente agguerrita e piena di voglia di brontolare!
Ormai mi conoscete e sapete che, a intervalli regolari, mi frulla un’idea per la testa e, l’unico modo per farla tacere, è parlarne con voi.
Oggi tema scottante: il sessismo (discriminazione secondo il sesso) nell’attribuire determinate letture a maschi e femmine.
Non voglio assolutamente inoltrarmi nel grandissimo mare di questo problema, che ci sia un’evidente disparità tra femmine e maschi all’interno dei libri questo, si sa!
Ma fermiamoci qui perché, quello di cui vi voglio parlare oggi è, come dicevo prima, lo stabilire che un libro, un classico o una favola sono più da femmine che da maschi e viceversa.
La mia polemica nasce dopo aver visto le cover dei nuovi volumi, dedicati alla letteratura classica giovanile, proposti dalla Newton Compton.

16 febbraio 2018

"Il bambino bugiardo" di S.K. Tremayne

Che bello iniziare una recensione brontolando! Il motivo del mio disappunto è dovuto alla traduzione del titolo di questo romanzo: Il bambino bugiardodi S.K. Tremayne.
Lo so! Sono fissata! Ma è veramente una cosa che mi da i nervi.
I titoli rimandano a delle immagini che devono assolutamente essere inerenti al contenuto, se noi leggiamo come titolo “Il bambino bugiardo”, per la maggior parte della lettura, penseremo che il bambino mente e ci sta fregando!
Se invece noi leggiamo il titolo originale: “The fire Child”, avremo un titolo misterioso e intrigante che, pian piano, ci verrà spiegato durante la lettura. Infatti, i bambini di fuoco, nella tradizione celtica sono bambini dotati del dono della preveggenza. Capite bene che le cose cambiano molto!
Dopo questa introduzione lagnosa, è il caso che vi racconti le mie impressioni su questo thriller. Tempo fa lessi il precedente libro di Tremayne: La gemella silenziosa (la mia recensione QUI) e mi piacque moltissimo, quindi avevo enormi aspettative per questa lettura che, mi ha tenuta incollata alle pagine fino alla fine ma, non mi ha convinta del tutto.


Rachel è una sposina fresca di matrimonio.
Matrimonio celebrato con soli due mesi di conoscenza, un vero e proprio colpo di fulmine: Rachel e David si incontrano in una pinacoteca e scoppia la passione, seguita di pari passo dall’amore.
Fortuna vuole che David sia un ricco avvocato londinese con origini nobiliari, la mogliettina si trasferirà quindi nella sua casa di campagna: Carnhallow, una villa immensa che si affaccia sulle scogliere della Cornovaglia.
Rachel non crede ai suoi occhi, una tenuta immensa tutta per lei che dovrà occuparsi della sua restaurazione.
Purtroppo non è tutto oro quel che luccica! 

15 febbraio 2018

Novità Middle Grade Febbraio 2018

Ciao a tutti, eccomi qui con un nuovo appuntamento del Trenino dei Libri.
Come promesso ho deciso di ampliare la Rubrica, la Letteratura d’Infanzia è molto importante e quindi, oltre a molte più recensioni dedicate a tutte le fasce di età, ho deciso di rendervi partecipi delle Novità Middle Grade in uscita tutti i mesi.
Il mese di Febbraio è molto ricco e vi assicuro che pian piano mi procurerò qualcuno di questi libri, come “Il libro delle Porte. Petrademone #1” e “Fox Craft” primo capitolo di una trilogia che ha riscosso un successo strepitoso in Inghilterra.
A Febbraio è possibile acquistare la ristampa di tutta la saga di “Harry Potter” con le cover originali, si tratta di libri a copertina rigida ma senza sovracopertina. Inoltre nelle librerie possiamo trovare le ristampe della trilogia “Queste oscure materie” di Phil Pullman, un classico fantasy meraviglioso e senza tempo!

Il libro delle Porte. Petrademone #1
Manlio Castagna
Mondadori
17.00€
Età di lettura: 10 anni
264 pagine
Fantasy
Uscita: 20 Febbraio

Frida ha appena perso genitori in un incidente del quale si sente responsabile e viene mandata a Petrademone, la tenuta degli zii, scenario di misteriosi avvenimenti: gli amati border collie di famiglia sono spariti e tutte le notti una strana nebbia avvolge i prati circostanti la casa, portando l'eco di voci inquietanti. Insieme a tre amici, la ragazza scoprirà l'esistenza di un mondo parallelo e malvagio e di essere la "prescelta" per una missione dalla quale dipenderà il destino dell'umanità intera.

14 febbraio 2018

"Requiem" di Lauren Oliver

Questa è una recensione molto sofferta! Ho letto questo romanzo a fine novembre e per molto tempo non ho saputo definire cosa questo libro mi ha dato e come mi ha lasciato!
Requiem è il terzo volume della trilogia di Delirium, una serie di cui mi sono innamorata follemente ma di cui temevo il finale, la Oliver sa essere davvero sadica con i suoi personaggi e spesso mi sono travata davanti conclusioni tragiche!
Il titolo non prometteva nulla di buono ma ho affrontato la lettura con grandissime aspettative e un pizzico di curiosità.
Ora a distanza di qualche mese provo a esprimervi le mie impressioni, non sarà facile. Vi ricordo che a febbraio la Piemme ristamperà l'intera trilogia in un unico volume, non lasciatevela sfuggire!
SCONSIGLIO LA LETTURA DI QUESTA RECENSIONE A TUTTI COLORO CHE NON HANNO ANCORA LETTO I PRIMI DUE LIBRI DELLA TRILOGIA.


Volevamo la libertà di amare.
Volevamo la libertà di scegliere.
Adesso dobbiamo combattere per ottenerla.
Lena

Requiem inizia proprio dove era finito Chaos: Lena è riuscita a fuggire nelle Terre Selvagge insieme a Julian, suo nuovo amore con il quale spera di ricostruirsi una vita ma, a sorpresa, riappare Alex.
A questo punto entra in scena l’invitabile triangolo amoroso: Lena si ritrova a viaggiare insieme ai due ragazzi. Da un lato un Alex arrabbiato e sofferente che la respinge ingiustamente e, dall’altra, Julian che cerca in tutti i modi di conquistarla e tenerla legata a sé.
Grande novità di questo terzo capitolo è la divisione del libro in due POV: Lena e Hana.

12 febbraio 2018

I miei consigli per avvicinare i bambini al mondo dei libri

Qual è il sogno di ogni genitore lettore?
Semplicissimo: avere un figlio che ami i libri come lui!
Purtroppo, al giorno d’oggi, non è facile avvicinare i bambini ai libri. Le distrazioni sono moltissime: cellulari, videogiochi, tablet e televisione.
Attività che richiedono minore attenzione e un dispendio energetico notevolmente più basso.
Allora come possiamo aiutare i bambini a diventare i lettori di domani?
Ecco per voi un elenco di quelle che, secondo me, sono delle semplici regole/accortezze da seguire per far conoscere ai piccoli il fantastico mondo dei libri.

(Nella foto qui sopra Leonardo, il mio mostricciattolo grande! *-*)

9 febbraio 2018

5 cose che... 5 personaggi che vorrei diventassero i miei migliori amici

Sono in super ritardo ma mi perdonerete! Oggi è venerdì e come ogni venerdì che si rispetti siamo in compagnia della rubrica 5 cose che…, il tema di oggi è 5 personaggi che vorrei diventassero i miei migliori amici.
Come sempre in questi casi faccio una fatica tremenda a scegliere quindi, portate pazienza se i personaggi che troverete qui sotto sono un po’ più di cinque.

Hermione Granger


Lei non poteva assolutamente mancare nella mia lista! Ero molto indecisa tra Hermione e Luna ma, ovviamente, la prima ha vinto.
Adoro il personaggio di questa ragazza che da secchiona piena di sé diventa, sempre secchiona, ma anche coraggiosa, indipendente, bella, caparbia e combattiva. Un amica speciale!