-->

11 aprile 2017

Che cos'è il romanzo Young/Adult e New Adult? Scopriamolo insieme.

Buona sera carissimi amici il tema che ho scelto per questa nostra chiacchierata è: le nuove categorie editoriali che vanno tanto di moda ai giorni nostri, ovvero Young/Adult e New Adult.
Leggo libri da moltissimo tempo ma solo in questi ultimi due anni ho notato un incremento esponenziale dei libri appartenenti a queste due categorie o, più precisamente, sono stati creati questi nuovi gruppi nei quali sono stati inseriti moltissimi titoli.
In pratica, romanzi che fino a qualche anno fa non facevano parte di un target ristretto ma semplicemente del genere fantasy o romance sono stati riproposti sotto una nuova veste: Young/Adult o New Adult.
Ma che cos'è il romanzo Young/Adult e New Adult?
Quali caratteristiche deve avere? E di cosa parla?
Cerchiamo di fare un po' di ordine in questo marasma letterario perché spesso è facile sbagliare.



La categoria YA è nata in America per identificare quei libri i cui protagonisti hanno un età che varia tra i 12 e i 18 anni.
Le tematiche trattate sono quelle tipiche della fase adolescenziale, quindi: amore, sesso, amicizia, droga, scuola, voglia di avventura e ribellione verso l'autorità.
Sono libri pensati per un gruppo di lettori ben precisi: gli adolescenti.

La categoria New Adult comprende quei romanzi che hanno come protagonisti giovani tra i 18 e i 25 anni, le tematiche sono sempre le stessa ma con una sfumatura decisamente più matura, questi libri infatti hanno un lato hot ben definito con tanto di scene erotiche dettagliate.

La grande differenza tra le due categorie però è un altra: i libri Young/Adult possono avere scenari fantasy, futuristici e sci-fi mentre i New Adult sono sempre ambientati nella realtà contemporanea, quindi troviamo l'università e il mondo del lavoro.
All'interno del YA abbiamo così vari sottogeneri:
-Fantasy Young/Adult dove adolescenti vivono avventure in realtà fantastiche (esempio Harry Potter),
-Dispotico, qui i protagonisti giovanissimi devono combattere un potere totalitario e dittatoriale che schiaccia la loro libertà (esempio Hunger Games, Divergent, The Program),
-Urban Fantasy, in questo caso il libro è ambientato ai giorni nostri ma la realtà nasconde un mondo fantastico sconosciuto (esempio ShadowHunters, Gregor),
-Paranormal Romance (esempio Twilight) dove la storia d'amore prende il sopravvento sul mondo fantastico.
Questi gruppi sono a volte mescolati, per cui possiamo trovare romanzi Young/Adult Dispotici e Fantasy, ad esempio la serie di Regina Rossa o la dualogia de Il dominio del fuoco.
Ogni giorno spuntano nuove categorie di riferimento come il New Gothic o l'Elf Punk di cui però non riuscirei proprio a farvi degli esempi.
Il genere YA contiene un mondo di libri vastissimo, con ambientazioni e storie infinite, un mega calderone dove infilare qualsiasi cosa sia scritta con protagonisti adolescenti.
Il classico Young/Adult mantiene comunque una connotazione reale, alcuni esempi sono Città di Carta o Il club delle seconde occasioni.

Questi romanzi sono stati pensati per un pubblico giovanissimo ma attualmente appassionano adulti di varie età. Lo ammetto, alla veneranda età di trentatre anni non posso nascondermi, leggo montagne di Young/Adult principalmente di tipo Fantasy e Dispotico.
Al contrario invece non amo moltissimo il New Adult, sarà per la mancanza di una base fantasy sarà per le storie sdolcinate e tutte uguali, ma ne leggo veramente pochi e di questi pochi me ne piacciono ancora meno.
Libri come Uno splendido disastro sono a mio parere uno spreco di carta, le vicende si ripetono costantemente e risultano banali e sdolcinate.
La ragazza bellissima ma che non sa di esserlo che decide di perdere la verginità con il figo di turno, il bello e dannato che viene redento dalla giovane carina e di buona famiglia, relazioni con uomini adulti tra cui professori o datori di lavoro, fidanzati che sembrano dei veri e propri stalker ma vengono continuamente giustificati.
Nell'insieme il genere femminile ne esce sempre devastato!
In mezzo a molti New Adult poco convincenti qualcosa di carino c'è: per esempio i libri di Anna Premoli sono molto belli (a parte qualcuno) oppure la serie di Eversea che nonostante si conformi alle altre ha un pizzico di originalità.

Ora voglio spostare la nostra chiacchierata sull'analisi di questo fenomeno in Italia: dove sono gli autori Young/Adult italiani?
Direi che non ce ne sono!
Mentre qualche autore New Adult spunta qua e la, ad esempio Anna Premoli o Lucrezia Scali, quelli Young/Adult sono specie più unica che rara.
Per di più in Italia la letteratura YA è spesso vista come spazzatura, ebbene si!
Mi capita spesso di ricevere battute sciocche sul libro che sto leggendo, già la letteratura Fantasy è poco considerata se poi si tratta di Fantasy Young/Adult non ne parliamo!
Il lettore italiano considera degno di nota solo la narrativa, i classici, il giallo, il noir e il thriller. Il resto è decisamente poco considerato e a volte disprezzato.
Ma perché?
Le tematiche di un buon YA sono tutt'altro che banali, infatti lo scrittore che decide di affrontare questo genere non può inventarsi autore YA dalla sera alla mattina ma deve avere una sensibilità notevole e particolare.
Il lettore adolescente non va assolutamente sottovalutato, non è sciocco o sprovveduto e non va considerato di serie B, il periodo che sta attraversando è molto complesso e l'autore deve riuscire a far breccia nel suo cuore.
Ovviamente come in tutte le categorie letterarie ci sono i capolavori e gli orrori, sono la prima a dire che Twilight ha ricevuto un successo esagerato o che Maze Runner risulta un accozzaglia di buone idea sviluppate malissimo, ma ciò non giustifica l'avversità tipicamente italiana nei confronti di questa categoria, i lettori la considerano letteratura inferiore e gli stessi autori non vogliono essere associati ad essa.
Forse questo è il motivo principale del perché non esistono veri scrittori YA italiani.

In conclusione credo sia giusto specificare che non tutto quello che piace ai ragazzi può essere considerato YA. Ho trovato davvero eccessivo inserire Il Signore degli Anelli, Il giovane Holden o Oliver Twist nel genere YA, in questo caso si tratta di classici della letteratura con un approccio tutt'altro che adolescenziale, sono libri adatti a un pubblico giovane ma non hanno niente a che fare con lo stile e le tematiche trattate nel YA.


Spero di aver fatto un po' di ordine e di aver chiarito un po' di più questo mondo letterario sempre in crescita, dopo lo Young/Adult e il New Adult è in arrivo il Mid Adult pensato per una fascia di età ancora più adulta.
Non ci resta che aspettare e vedere cosa ci proporrà l'editoria.

Buone letture! ;D

Nessun commento:

Posta un commento