-->

25 agosto 2017

"Firebird-La Caccia" di Claudia Gray

Buona giornata cari amici, visto che è prevista a breve l'uscita del terzo e ultimo capitolo della sere "Firebird" oggi vi ripropongo la recensione del primo volume: Firebird - La caccia. Come molti di voi ben sanno, l'uscita è prevista a settembre e il terzo volume sarà acquistabile solo all'interno di un cofanetto con tutti e tre i romanzi. Sicuramente si tratta di un operazione di marketing per guadagnare di più sulle vendite di un libro che, a quanto pare, non ha riscosso grande successo ma personalmente sono parecchio arrabbiata. Chi come me possiede già i primi due volumi cosa deve fare? Comprare nuovamente l'intera trilogia altrimenti niente finale? Purtroppo credo proprio che farò così visto quanto mi ha entusiasmata questo primo volume, una storia originale, ricca di colpi di scena, suspance e intrighi.

Ho letto "Firebird" spianta da una forte curiosità, la trama è davvero ricca e interessante per non parlare poi della copertina a dir poco splendida, solo alla fine del libro l’ho apprezzata pienamente capendo ogni dettaglio dell’immagine. Sono rimasta colpita anche da quella originale che mostra dei piccoli indizi sui mondi che Marguerite visiterà.
Questo fantasy è senz'altro uno dei più belli pubblicati nel 2015 e merita di essere letto perché racchiude in sé spunti originalissimi.
Marguerite è una ragazza che vive immersa nel mondo della scienza, i suoi genitori sono famosi fisici che studiano da anni le dimensioni parallele e hanno costruito un congegno che permette di visitarle: il Firebird.

“L'universo in realtà è un multiverso. Esistono infinite dimensioni, stratificate una sull'altra.
Ciascuna dimensione rappresenta una combinazione di possibilità. In sintesi, qualsiasi cosa possa accadere, accade effettivamente.”
  
“Ogni forma d'arte è un altro modo di vedere il mondo. Un'altra prospettiva, una finestra diversa.
E la scienza... è la finestra più spettacolare di tutte: d
a lì si vede tutto l'universo.”

In casa si respira un clima frizzante e geniale, tra il via vai degli studenti e l'euforia delle scoperte scientifiche Marguerite cresce con una mente aperta e anticonformista.
Nonostante gli interessi dei genitori la protagonista ha ben altre passioni, desidera fare la pittrice e ama passare il tempo a dipingere ritratti delle persone che la circondano, i numeri e la scienza non la intrigano per niente e preferisce
lasciarli alla sorella e ai collaboratori che invadono la casa continuamente. Tra i più assidui vi sono Paul e Theo, due ragazzi geniali e intraprendenti che svolgono un ruolo notevole nello studio degli universi paralleli e sono ormai diventati parte della famiglia.
La calma della vita di tutti i giorni viene sconvolta da un tragico evento: il padre di Marguerite muore in un terribile incidente d'auto e ogni cosa fa persare che sia stato un omicidio, le prove portano proprio a Paul che scappa in un mondo parallelo senza dare spiegazioni. Marguerite è sconvolta e, insieme a Theo, si butta in un inseguimento folle alla ricerca di Paul. Accecata da un rabbia potente gli dà la caccia con l'obiettivo di eliminarlo ma la realtà non è come sembra e Marguerite dovrà fidarsi più del suo istinto che dei fatti.
Ho amato tutto di questo libro: i personaggi e le ambientazioni in particolar modo.
Marguerite è una ragazza semplice che sogna di fare l'artista, il destino però ha in serbo per lei tutt'altro e, nonostante il pericolo e la paura, saprà affrontare gli eventi con coraggio e determinazione. Ricca di entusiasmo vive la vita intensamente, spesso dovrà scegliere tra la mente e il cuore ma sarà sempre quest'ultimo a vincere facendole provare emozioni fortissime e facendole vivere un amore intenso e maturo. Nel corso del libro questo personaggio subirà un notevole cambiamento e crescerà molto, è sicuramente la chiave della storia anche se un altro personaggio svolgerà un ruolo altrettanto importante.
Sto parlando di Paul che ho amato più di tutti gli altri. Un ragazzo schivo e silenzioso, un genio malinconico, sempre presente nella vita di Marguerite ma mai invadente. All'inizio lo conosciamo attraverso i flash back della protagonista, incapace di accettare che lui sia il responsabile della morte del padre continua a cercare di capire cosa le è sfuggito, non sopporta che lui l'abbia tradita nascondendosi dietro una maschera di finta lealtà. Ci regala così piccoli momenti di vita quotidiana, attimi di intimità e complicità che l'hanno segnata nel profondo e da questi scorci a poco a poco capiamo che Marguerite ha sempre provato qualcosa di speciale per il giovane scienziato.

“Non riesco a guardarlo negli occhi. Non riesco a respirare bene. Perchè mi fa questo effetto?
Però, se devo essere onesta, questa sensazione è cominciata da quelche tempo,
nascendo dalla curiosità,
crescendo nella speranza
e diventando qualcosa a cui non so neanche dare un nome.”


Ogni Paul è speciale, in particolar modo il Paul della Russia. Proprio in questo mondo non conosceremo il Paul di Marguerite ma quello della dimensione in cui lei salta: un luogotenente che si occupa della sua sicurezza.
Nella Russia degli zar Marguerite è la Granduchessa, secondogenita dello zar Alessandro vive nel palazzo reale insieme alla famiglia. In questa realtà l'amore trionferà su ogni cosa e i sentimenti sbocceranno riempiendo il cuore del lettore di emozioni meravigliose.

“Ero sincera quando ho detto che non credevo nell'amore a prima vista.
Ci vuole del tempo per innamorarsi davvero, totalmente di qualcuno.
Eppure credo anche che ci sia un momento.
Un momento in cui cogli la verità nascosta dietro qualcuno, e lui coglie la verità dentro di te.
In quel momento, non appartieni più a te stesso, non completamente.
Una parte di lui appartiene a te.
Quando succede, non si può tornare indietro, per quanto lo si voglia, per quanto ci si provi.”

Una pagina dopo l'altra Paul ci conquisterà con la sua gentilezza e le sue premure, rivelandoci un animo profondo e la capacità di provare sentimenti intensi e fare gesti carichi di passionalità e amore.
Credo che questa sia una delle più belle storie d'amore che io abbia letto. Il destino fa incontrare le stesse anime universo dopo universo, legate in modo indissolubile da un amore che supera i confini del tempo e dello spazio. Un sentimento straordinario e magico.
Il triangolo sentimentale è presente anche in questo libro ma la scelta di Marguerite è così forte e profonda che le possibilità di un gioco a tre
spariscono subito.
Lo sfortunato è Theo, con lui la protagonista si catapulterà in questa avventura intradimensionale, le sarà di grande supporto e le darà sicurezza anche nelle situazioni più difficili.
Theo è un ragazzo geniale e brillante, carismatico e simpaticamente strafottente, ha sempre la frase giusta e riesce sempre a cavarsela in ogni frangente, da l'idea del rubacuori ma nasconde un animo dolce e premuroso.
Non voglio anticiparvi nulla ma questo personaggio vi lascerà a bocca aperta, il colpo di scena che lo riguarda mi ha letteralmente spiazzati! Alla fine del libro il suo ruolo non mi era ancora chiaro e i segreti che lo circondano potrebbero rivelarsi più fitti di quanto sembrino, purtroppo non possiamo fare altro che aspettare il seguito.
Tra le cose che ho maggiormente apprezzato ci sono le dimensioni create dalla scrittrice: una Londra futuristica e ipertecnologica dove le persone vivono immerse nelle invenzioni che le circondano narcotizzati dietro cellulari e ologrammi, la Russia degli zar piena di ricchezze e splendore e infine, un mondo sottomarino davvero intrigante.
Ogni universo parallelo è descritto con novizia di particolari, la Gray è riuscita a creare delle atmosfere uniche e meravigliose trasportandoci di volta in volta in una dimensione nuova.
L'ambientazione che ho amato di più è sicuramente la Russia ottocentesca, forse perché fa da sfondo alla bellissima storia d'amore di Marguerite ma anche perché è una realtà che mi ha sempre affascinato.
Avete sicuramente capito che questo libro mi è piaciuto tantissimo. Si legge tutto d’un fiato, la scrittura è piacevole e accattivante, la storia è ricca di suspance, colpi di scena (assolutamente imprevisti), intrighi, originalità e la componente sci-fi lo rende ancora più interessante. Se tutto ciò non fosse sufficiente la storia d’amore che leggerete vi lascerà senza parole per la sua bellezza.
Non aggiungo altro, potrei rimanere a parlarvi di questo romanzo ancora per ore. Super consigliato! Non vedo l’ora che esca il seguito!


Valutazione



La serie Firebird è composta da:

1.(Firebird #1) A Thousand Pieces of You
2.(Firebird #2) Ten Thousand Skies Above You
3.(Firebird #3) A Million Worlds with You


AUTRICE: È lo pseudonimo Amy Vincent. Amy Vincent è un’autrice americana che vive a New York e che, prima di seguire la carriera di scrittrice, ha svolto lavori di vario genere tra cui: avvocato, DJ, cameriera e giornalista. Ha avuto successo negli Stati Uniti con la serie Evernight.

2 commenti:

  1. Anche io dovrò ricomprare tutto il cofanetto... meglio così che vedere la trilogia troncata, però che scocciatura ç_ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Seli, è davvero una rottura anche perché ricomprare tutto vuol dire spendere come minimo 30 euro per libri che abbiamo già. Ho visto su Amazon che anche per il formato eBook verrà fatto un unico prodotto con tutti e tre i volumi al costo di 9.99 euro, sto valutando seriamente di prendere quello.

      Elimina