-->

14 luglio 2017

"Incancellabile" di Dora L. Anne

Dopo molte insistenze da parte di una cara amica ho deciso di provare a leggere uno dei romanzi auto-pubblicati da Dora L. Anne quindi ho scelto l’ultimo, fresco fresco di pubblicazione: Incancellabile.
Devo dire che è stata una lettura discreta e veloce nonostante il genere romance erotico non mi entusiasmi molto.
La verità è che per me l’estate è la stagione perfetta per i libri romantici e i thriller.


Blair è una giovane attrice all’apice della carriera che subisce un bruttissimo colpo quando un fan ossessionato da lei la rapisce e la rinchiude in una cella maltrattandola e privandola di acqua e cibo per giorni.
Il caso però vuole che Blair riesca a scappare dopo aver assassinato senza pietà il suo aguzzino. Il peso psicologico di quello che le è successo la perseguita costantemente, gli incubi non le danno tregua ma, cosa ancor peggiore, ogni contatto fisico con il sesso maschile le è precluso.
Infatti ogni volta che un uomo cerca di toccarla Blair va nel panico più totale e cerca in tutti i modi di fuggire.
Ovviamente questo non le permette di fare al meglio il suo lavoro perché, in quanto attrice di commedie romantiche, non può evitare scene di affetto o amore con il partner.
Tutto sta andando a rotoli finché il padre non la costringe a rivolgersi a uno psicologo, il figlio di un caro amico: il dott. Josh Anderson.
Peccato che i due sono conoscenti e sono entrambi consapevoli di essere attratti l’uno dall’altro, cosa fare?
Blair dovrà decidere se accettare l’aiuto di Josh anche a rischio di innamorarsi di lui o perdersi nella propria sofferenza.
La scrittura di Dora L. Anne è molto scorrevole e semplice, il romanzo si legge in un baleno grazie alla fluidità delle descrizioni e alla curiosità di sapere
cosa accadrà tra i due protagonisti.
Questi pregi non eliminano del tutto la mancanza di un lavoro di editing ben eseguito, gli errori grammaticali e di sintassi sono parecchi e, a volte, gli eccessivi giri di parole dell’autrice annoiano un po’.
Ho molto apprezzato la scelta del doppio POV, la possibilità di conoscere i pensieri sia di Blair che di Josh è veramente interessante perché nei momenti clou capiamo cosa provano entrambi.
Lo stesso episodio viene metabolizzato in modi completamente diversi ed è molto bello poter percepire questa differenza di prospettiva.
Blair è un personaggio femminile ben riuscito anche se a volte la sua chiusura nei confronti di Josh rasenta l’assurdo e diventa ripetitiva, dall’altro lato Josh non mi è piaciuto molto perché nonostante sia uno psicologo non riesce a comportarsi nel modo adeguato e spesso sembra un vero idiota che ha perso letteralmente la testa.
Nel complesso il romanzo è carino anche se non è per niente originale, l’autrice gioca parecchio sul cliché della bella ragazza sofferente che va protetta dalle insidie del mondo, indifesa e tormentata, va curata e tenuta al sicuro.
Altro immenso cliché è il senso di possesso manifestato da lui, esagerato e a momenti tremendamente fuori luogo, sul più bello che lei ricomincia a vivere il contatto con l’altro sesso lui vorrebbe che tornasse sociopatica per averla tutta per sé! Mah!
In conclusione Incancellabile si legge velocemente, non è nulla di chè ma è carino e abbastanza coinvolgente. Purtroppo mi ha rattristato molto scoprire, durante la lettura, che il titolo non è riferito a Josh ma al rapitore e anche qui non posso che dire: mah!!

Valutazione

Nessun commento:

Posta un commento