-->

5 dicembre 2018

"La chimera di Praga" di Laini Taylor


Buongiorno lettori oggi super recensione fatta in super ritardo!
Ebbene sì! Ho finito questo libro qualche mese fa e, non so perché, non mi sono mai decisa a scrivere qualcosa. Ora, con il GDL ideato da Chiara (Una lettrice sulle nuvole), sto leggendo il secondo volume di questa trilogia stupenda: La città di sabbia.
Premetto che amo la scrittura e il genio fantastico di Laini Taylor, adoro il suo stile e la sua capacità unica di impregnare le pagine di passione, pathos ed emozioni travolgenti!


Titolo: La chimera di Praga § Autrice: Laini Taylor § Pagine: 383
Casa editrice: Fazi editore (LainYa) § Genere: Fantasy

Karou ha 17 anni, è una studentessa d'arte e per le strade di Praga, la città in cui vive, non passa inosservata: i suoi capelli sono di un naturale blu elettrico, la sua pelle è ricoperta da un'intricata filigrana di tatuaggi, parla più di venti lingue e riempie il suo album da disegno di assurde storie di mostri. Spesso scompare per giorni, ma nessuno sospetta che quelle assenze nascondano un oscuro segreto. Figlia adottiva di Sulphurus, il demone chimera, la ragazza attraversa porte magiche disseminate per il mondo per scovare i macabri ingredienti dei riti di Sulphurus: i denti di ogni razza umana e animale. Ma quando Karou scorge il nero marchio di una mano impresso su una di quelle porte, comprende che qualcosa di enorme e pericoloso sta accadendo e che tutto il suo universo, scisso tra l'esistenza umana e quella tra le chimere, è minacciato. Ciò che si sta scatenando è il culmine di una guerra millenaria tra gli angeli, esseri perfetti ma senz'anima, e le chimere, creature orride e grottesche solo nell'aspetto esteriore; è il conflitto tra le figure principi del mito cristiano e quelle dell'immaginario pagano. Nel disperato tentativo di aiutare la sua "famiglia" Karou si scontra con la terribile bellezza di Akiva, il serafino che per amore le risparmierà la vita. 

Praga come sfondo, i suoi vicoli antichi e pieni di fascino, ogni pietra emana una storia e anche la nostra inizia proprio in questo affascinate paesaggio.
Per le strade illuminate dalla luna si muove la bellissima Karou, una giovane donna dai lunghi capelli turchesi, la pelle candida e lo sguardo misterioso.
Una creatura unica e intrigante che brilla di luce propria. 
Seguendo Karou scopriamo la sua doppia vita: in alcuni giorni è una studentessa dell’accademia d’arte di Praga, trascorre momenti di gioia, pranzi al Poison Kitchen con l’amica del cuore Zuzana (mitica!) e un ex fidanzato rompi scatole; in altri giorni è l’aiutante di Sulphurus, una potente chimera che la manda in giro per il mondo a compiere missioni per suo conto.
Una seconda vita fatta di portali magici, creature mostruose ma incredibilmente affascinanti, sortilegi e desideri ma soprattutto un fitto mistero: Karou non conosce la verità su se stessa, non sa da dove viene, non sa chi fossero i suoi genitori e quale sia il suo legame con Sulphurus, per lei padre, maestro e consigliere.
Il potente stregone la invia in missioni, a volte molto pericolose, alla ricerca di denti di tutte le specie ma perché? A cosa servono?
Sarà proprio in uno di questi viaggi che s’imbatterà in Akiva: un angelo bellissimo e letale, i cui occhi ardenti la condurranno verso l’amore, la passione e la verità!
La chimera di Praga è un libro unico in cui la Taylor ha stravolto il pensiero comune legato agli Angeli e ai Demoni, non possiamo parlare di buono o cattivo, bene o male, è più complicato ed elaborato e, solo immergendoci nella storia, riusciamo cogliere le meravigliose sfumature che rendono tutto estremamente originale.
Impossibile non lasciarsi travolgere dal suggestivo mondo creato da Laini Taylor: un universo fantastico che ruota intorno ai popoli dei
Serafini e delle Chimere ma che acquisisce tonalità mai viste prima.
Avendo letto questo romanzo dopo Il Sognatore devo ammettere che, tra le due storie, ci sono molte similitudini: un amore disperato alla Romeo e Giulietta, una denuncia chiara all’odio razziale e alle guerre per la supremazia di una nazione a discapito dell’altra, il desiderio di un mondo nuovo e dei personaggi così intensi da lasciare senza fiato.
La storia è coinvolgente, incalza il lettore con un crescendo di colpi di scena, coinvolge per la bellissima e straziante storia d’amore ma soprattutto, si ha la sensazione di immergersi in un mondo proibito terribilmente affascinante e magnetico.
Man mano che si procede nella lettura la carica emotiva cresce a dismisura, ho amato alla follia i due personaggi principali: Karou pericolosa e fragile allo stesso tempo, piena di segreti e di misteri, sinuosa e bellissima e poi, ovviamente, Akiva, pieno di rabbia e passione, un soldato forgiato da mille battaglie, sconvolto dalla più grande sofferenza ma capace di donarsi completamente e di amare senza riserve!
Una storia di legami indissolubili e di passioni travolgenti, di dolore e speranza, narrata in modo sublime e poetico, un fantasy che incanta!
Leggetelo!

Valutazione


La serie è così composta:
La chimera di Praga
La città di Sabbia
Sogni di mostri e divinità

Novella
Notte di marionette e torte

4 commenti:

  1. Ho letto questo libro moooolto tempo fa, con l'intenzione di proseguirne la serie invece poi...bho... è passata nel dimenticatoio, non so perchè, perché mi era piaciuto molto il primo... ormai penso che non li leggerò più... :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noooooo, non rinunciare, riprendila in mano, il secondo è fantastico!

      Elimina