-->

7 aprile 2017

"Le ragazze vogliono la luna" di Janet McNally



Buon venerdì e felice weekend, sono veramente in ritardo con le recensioni e quindi sto cercando di mettermi in pari. Che faticaccia!
A dire il vero non sopporto recensire un libro quando passa troppo tempo, mi sembra di non essere più coinvolta e quindi di non fare le cose per il meglio ma questa volta è andata così.
Ho terminato “Le ragazze vogliono la luna” due settimane fa ma solo oggi ho trovato un po’ di tempo per scrivere questo post, ringrazio la casa editrice DeAgostini che mi ha fatto dono di una copia e mi scuso per il ritardo, il tempo mi è davvero sfuggito di mano.
Un romanzo che incanta, melodioso e coinvolgente fino all’ultima pagina.


Phoebe Ferris non è una ragazza come le altre, la sua famiglia è molto particolare e lo è anche la realtà che la circonda.
Tutti in questo romanzo hanno dei segreti, nascondono la verità o omettono piccoli dettagli che pian piano creano situazioni sempre più complicate e difficili.
La madre di Phoebe, Meg, è un ex rock star che si è ritirata dal mondo della musica poco dopo la sua nascita, ha lasciato tutto: la band, il marito bassista, la carriera, la fama e i soldi, per crescere le sue due figlie lontano dalle luci
sfavillanti del mondo del successo.
Ma proprio quando è riuscita a lasciarsi il passato alle spalle la figlia maggiore, Luna, decide di lasciare il college e intraprendere la stessa carriera, ovvero diventare la voce leader di una rock band.
I segreti che Meg ha lasciato dietro di sé rischiano di tornare a galla e rivoluzionare la vita delle donne Ferris.
Luna si trasferisce a New York per inseguire il suo sogno musicale e Phoebe viene mandata dalla madre come pacere.
Riuscirà Phoebe a non farsi coinvolgere?
I segreti e le bugie verranno finalmente messi a nudo?
Perché Meg ha lasciato tutto? Cosa ha spezzato l’equilibrio delle loro vite?
E perché il padre è sparito nel nulla senza più chiamare e mettendo la musica al primo posto?
In un estate indimenticabile nella meravigliosa New York Phoebe troverà il coraggio di scavare nel passato della sua famiglia e dissotterrare contraddizioni, segreti e falsità.
“Le ragazze vogliono la luna” è narrato da due diversi punti di vista: quello di Phoebe che combatte per scoprire la verità e capire quale sia il suo posto nel mondo e quello di Meg che ci fa compiere un viaggio nel suo passato a ritroso.
Percorriamo con lei gli ultimi giorni nella band e la fine del suo matrimonio, i momenti importanti della sua carriera, la sua battaglia per mantenere la privacy, la gravidanza, il matrimonio, il suo incontro con Kieran Ferris, l’amore che sboccia e poi il successo e la fama.
Ogni pezzetto che lei ci racconta è un momento fondamentale del suo percorso e ci spiega lentamente il motivo della sua scelta.
Davanti a noi abbiamo un romanzo Young/Adult moderno e originale che si evolve a tempo di musica toccando argomenti complessi e delicati.
La scrittura fluida e leggiadra ci accompagna per tutto il libro coinvolgendo il lettore e conducendolo tra le strade vive e pulsanti di una New York magica e carica di musicalità.
Si tratta di un conteporary romance che non ci racconta la solita storia d’amore ripetuta più volte ma le vicende di una famiglia ambiziosa e molto particolare che vive avvolta nel passato.
Phoebe che si sente diversa solo perché non sa cantare o suonare uno strumento ma capace di scrivere versi poetici e toccanti.
Luna che inconsciamente ripercorre la strada della madre e rischia di incappare negli stessi errori.
Meg che non riesce a chiudere la porta del passato e si scontra con la figlia per impedirle di intraprendere lo stesso percorso.
Ma, quando nasci in una famiglia che ha fondato la band che ha scalato le classifiche degli anni novanta e toccato milioni di cuori con le sue canzoni, non puoi accontentarti di camminare sulla terra vuoi per forza la luna!
E Phoebe e Luna vogliono entrambe toccare le stelle, aspirano alla felicità e alla completa realizzazione dei loro sogni.


Phoebe cresce nel corso della storia, si ribella, vive e ama senza più frenarsi o tormentarsi, scopre se stessa e aiuta la sua famiglia a riprendere il controllo della propria vita.
Sulle note travolgenti di questo romanzo sprofonderemo nel mondo di questa famiglia originale e scopriremo una storia brillante che parla di amore, generazioni a confronto, bugie prolungate, fama e musica, tanta musica.
Il libro è costellato di descrizioni favolose, ad esempio la voce di un cantante viene paragonata alla lucentezza del caramello o al gusto avvolgente del cioccolato, frasi poetiche e ricche di colore che ammaliano e catturano.
Ci sono inoltre moltissimi riferimenti al mondo della musica degli anni novanta, tutto è curato nei minimi dettagli e rende il romanzo ancora più piacevole.
Se vi aspettate il classico Young/Adult dovrete ricredervi perché “Le ragazze vogliono la luna” è un romanzo femminile e poetico che ti travolge come solo una bella canzone sa fare e ti conduce alla scoperta di personaggi meravigliosi e pieni di vitalità. Consigliatissimo.

Valutazione

AUTRICE: Janet McNally ha sempre avuto un debole per i ragazzi che suonano nelle band (ne ha addirittura sposato uno!). Ha conseguito un master in scrittura presso la University of Notre Dame e i suoi racconti e le sue poesie sono stati ampiamente pubblicati su riviste e giornali. Vive a Buffalo insieme al marito e alle tre figlie, in una casa piena di dischi e libri, e insegna scrittura creativa. Le ragazze vogliono la luna è il suo romanzo d’esordio.

2 commenti:

  1. Sembra davvero tanto carino *o* magari non il libro più bello del mondo, ma uno di quelli che sa intrattenere e intenerire :D grazie per la recensione! Ci farò volentieri un pensierino ^.^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con te, è un libro bello e piacevole che sa coinvolgere, un Y/A originale e diverso dal solito.

      Elimina