-->

20 aprile 2017

"L'imprevedibile caso della scrittrice senza nome" di Alice Basso



Buon giorno cari lettori, oggi ho pensato di riproporvi la recensione di L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome un libro che merita davvero di essere letto, se non altro perché è ironico, intrigante e divertente. Vi innamorerete della protagonista che ritroveremo nel secondo e terzo volume, quest'ultimo in uscita sempre per Garzanti a maggio. Un ripasso è doveroso e nei prossimi giorni vi posterò anche la recensione del secondo libro che, purtroppo, mi è piaciuto un po' meno.


Finalmente un libro con una protagonista femminile con le "palle"! Lasciatemi passare il termine. Sono sincera, ero un po' stanca di tutte queste donne che si lasciano trattare male da uomini rozzi e menefreghisti, qui non è così. Silvana, Vani per gli amici, è una donna di 34 anni che ne dimostra molti di meno, dark e anticonformista, nasconde sotto il suo aspetto un po' inquietante un piccolo genio della penna. Ha un carattere pungente, cinico e intollerante verso il genere umano ma, grazie alla sua capacità di capire le persone nel profondo e immedesimarsi in loro, è capace di gesti meravigliosi. Sicura di sé nel comprendere la mente altrui rimane spiazzata quando si tratta di sé stessa. L'amore gioca brutti scherzi e Vani non capisce più nulla pur rimanendo fedele alla sua natura.
E' proprio questo che mi piace: non si tratta della solita donna che si annulla per l'uomo dei suoi sogni ma di una donna che, nonostante innamorata e persa, rimane sé stessa e si rispetta!
Altro punto a favore è sicuramente lo sfondo della storia: cosa c'è di più bello per un appassionato lettore di scoprire il mondo dell'editoria dall'interno?! Si, perché la scrittrice, ci lavora e lo mette a nudo per noi.
Come lavorano le case editrici, i gosthwriter, gli editori che pensano al lato
economico più che letterario. La macchina dell'editoria è articolata e interessante, un universo da scoprire.
Oltre alla storia d'amore dai risvolti imprevisti e particolari c'è, anche, un filone giallo. Vani partecipa alle indagini sulla scomparsa della splendida e celestiale Bianca, scrittrice di libri sugli angeli. Come sua ghothwriter Vani verrà prima interrogata e poi utilizzata dal commissario per scoprire il rapitore.
Questo libro mi è piaciuto davvero molto, ironico e scorrevolissimo si legge tutto d'un fiato. I personaggi un po' stereotipati sono entusiasmanti: il commissario che sembra il tenente Colombo, lo scrittore belloccio che usa e ama poi Vani, l'angelica Bianca impostora...
Concludo dicendovi che mentre leggevo ogni tanto scoppiavo a ridere per l'arguzia delle battute di Vani, non mi capitava da tempo e l'ho apprezzato tantissimo. In alcuni momenti avrei voluto avere la sua sagacia e la sua capacità di dire quello che veramente pensa senza porsi il problema del prossimo o delle conseguenze. Si, perché molto spesso, si tace perché costretti dalle circostanze, dalla preoccupazione di ferire o semplicemente perché si è costretti. Quindi non mi dispiacerebbe essere Vani per un giorno!
Consigliatissimo soprattutto per conoscere Silvana Sarca "Vani", un personaggio imperdibile!

Valutazione
 

"Sei acida e sarcastica e lucida e critica e odi tutto e tutti.
Ma questa tua capacità di vedere le cose con gli occhi della altre persone, di interpretare il mondo da dentro la loro testa... o il loro cuore.
Questa che a te può sembrare una mera abilità professionale, be', si chiama empatia.
E tu puoi fingere con tutte le tue forze che sia il contrario,
ma la verità è che fa di te la persona più comprensiva, più tollerante, e persino più clemente, che io abbia mai conosciuto."


AUTRICE: Alice Basso è nata nel 1979 a Milano e ora vive in un ridente borgo medievale fuori Torino. Lavora in una casa editrice. Nel tempo libero finge di avere ancora vent'anni e canta in una band di rock acustico per cui scrive anche i testi delle canzoni. Suona il sassofono, ama disegnare, cucina male, guida ancora peggio e di sport nemmeno a parlarne.

2 commenti:

  1. Io l'ho comprato quasi per caso perché in offerta lampo kindle e...l'ho divorato!!! Adesso bramo di leggere il secondo ma il prezzo è ancora alto e la biblioteca qui da me non lo ha... so che sta uscendo anche il terzo, proprio a giorni :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, il primo è davvero carino e Vani mi spezza! Il secondo mi è piaciuto un po' meno ma rimane comunque una lettura piacevole.

      Elimina