-->

27 febbraio 2018

Gruppo di Lettura dedicato a Shatter Me! Recap da 16 a 20


Buon pomeriggio care compagne di lettura, oggi ospito la quarta tappa del gruppo di lettura dedicato a Shatter Me, il primo capitolo della trilogia distopica di Tahereh Mafi.
La partecipazione è libera e chiunque volesse aggiungersi è il benvenuto!
L’argomento del giorno sono i capitoli dal 16 al 20, quindi ci inoltreremo tra le pagine del libro e chiacchiereremo di dettagli interessanti, personaggi e molto altro.
Ovviamente sconsiglio la lettura del post a tutti coloro che non hanno ancora affrontato questo libro perché gli spoiler sono inevitabili.
Detto ciò, vi lascio qualche informazione sulla serie e sul libro.


La serie è così composta:
(Shatter Me #1)  Shatter Me
(Shatter Me #1.5)  Destroy Me
(Shatter Me #2)  Unravel Me
(Shatter Me #2.5) Fracture Me
(Shatter Me #3) Ignite Me
(Shatter Me #4) Restore Me
(Shatter Me #5) Senza titolo
(Shatter Me #6) Senza titolo

Shatter Me
Tahereh Mafi
360 pagine
Edito Rizzoli
Fantasy, Distopico, Y/A

264 giorni segregata in una cella, senza contatti con il mondo. Juliette non può parlare con nessuno, e nessuno deve avvicinarla, perché ha un potere terribile: se tocca una persona la uccide. Agli occhi dell'organizzazione che l'ha rapita il suo potere è un'arma stupefacente, per lei è una maledizione. Un giorno però nella cella viene spinto Adam. Juliette non vuole fargli del male, e così lo tiene a distanza. Ma Adam non sa del suo potere, e mentre lei dorme in preda agli incubi la prende tra le braccia per confortarla. Da quel momento tutto cambia, perché Adam, immune al tocco di Juliette, è l'unico che può accettarla così com'è. Insieme progettano la fuga, alla ricerca di un mondo che non la consideri più né un'arma né un mostro, ma una persona speciale, che con il suo potere può fare la differenza.

Dove eravamo rimasti: Juliette ha capito che se disubbidirà a Warner sarà Adam a pagarne le conseguenze, per questo motivo accetta di indossare il vestito viola che quest’ultimo le ha consigliato.
Con sua grande sorpresa in una delle tasche trova il suo taccuino, l’unico oggetto che Juliette sente suo.
Un barlume di speranza la aiuta a superare il fatto di essere costantemente
sorvegliata.
Purtroppo la felicità dura solo un attimo perché Warner viene a prenderla per condurla sul tetto dell’edificio, dall’alto le truppe dell’esercito della Restaurazione sono schierate in file perfette.
Warner ha scoperto la presenza di un traditore che ha fraternizzato con il partito dei ribelli. La sua esecuzione, compiuta da Warner senza pietà, lascia Juliette sconvolta e svuotata.
La notte passa immersa negli incubi ma al mattino Juliette troverà Adam al suo fianco, i due si rifugiano in bagno per parlare (unica stanza senza telecamere) e proprio lì, Adam le svelerà una scoperta sconcertante: lui può toccarla senza provare dolore!
I due hanno il primo struggente e appassionato abbraccio.
Juliette è in estasi, per tutta la vita non ha mai potuto toccare nessuno e ora, la sorte ha voluto che, l’unico a poterlo fare sia proprio il ragazzo di cui è follemente innamorata.
Adam le promette che la salverà, che riusciranno a scappare da Warner che pare sempre più ossessionato da lei.
L’offerta di Warner è semplice: diventare la sua arma e potersi così vendicare di tutti coloro che le hanno fatto del male ma, stranamente, lui non vuole obbligarla, vuole che lei accetti di sua spontanea volontà.

Questo è il riassunto dei miei cinque capitoli.
Il pensiero di Juliette inizia a farsi sempre più limpido, la scrittura meno
elaborata, con meno cancellature e metafore particolari ne è la prova.
Uscita dal manicomio in cui l’avevano imprigionata inizia pian piano a ritrovare lucidità, un ulteriore aiuto è la scoperta che Adam la può toccare.
Poter finalmente abbracciare e sentire qualcuno vicino a lei le da un conforto che non aveva mai compreso.
In questo momento ho provato molta tenerezza per questa ragazza che non ha mai saputo cos’è l’amore, non ha mai sentito il tepore delle braccia di sua madre, la dolcezza di un bacio, il piacere di prendere per mano un amica, di condividere un momento di gioia, una carezza, un gesto gentile.
Chiunque sarebbe impazzita e se, in un primo momento, ho trovato un po’ eccessivo che si buttasse a pesce tra le braccia di Adam, a una seconda lettura mi sono resa conto che avrei fatto la stessa cosa.
Juliette ha una terribile fame d’amore!
Purtroppo Adam è troppo bello e perfetto e quindi, il fascino di Warner emerge tantissimo.
Sempre impeccabile, astuto e freddo, sembra una spada finemente lavorata: lucente, splendida ma terribile, tagliente e pericolosa.
Voi cosa ne pensate?


Trovate QUI la mia recensione completa e vi lascio qui sotto tutte le tappe del nostro Gruppo di Lettura dedicato alla serie di Shatter Me


20 commenti:

  1. Già il troppo bello e troppo buono non ci piace! #teamWarren!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così! Il fascino del male ;D

      Elimina
    2. io odio Warner... lo ribadisco...

      Elimina
    3. Devi conoscerlo e conoscere le sue motivazioni!

      Elimina
    4. Dolci ma tu hai letto tutta la trilogia?

      Elimina
  2. Che bella questa tappa. Hai dato voce al pensiero di molte di noi.
    Juliette comincia a capire come funziona la mente di Warner, che può fidarsi di Adam e che forse una piccola speranza c'è.
    Quello che mi ha shockata è stato scoprire che ci sono ancora moltissimi libri da leggere prima che la serie si concluda. Dobbiamo davvero aspettarci di tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chicca, sono moltissimi libri, spero arrivino tutti anche in Italia! Incrociamo le dita!

      Elimina
  3. Mi piace il tuo "dove eravamo rimasti"...
    Effettivamente in questi capitoli ci sono meno cancellature, anche a me Juliette fa tanta tenerezza...
    Benché io odi profondamente Warner, non trovo Adam troppo perfetto, ha ancora molti segreti nel suo profondo, infatti non riesco ancora ad inquadrarlo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti Adam mi sa di troppo perfetto! C'è sempre qualcosa dietro ;D

      Elimina
  4. Bellissima tappa, complimenti! Condivido tutto quello che hai scritto :) Grazie perché mi hai fatto notare dei particolari a cui non avevo fatto caso. Io per ora comunque sono #TeamAdam

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, sono contenta che sia piaciuta!

      Elimina
  5. Bellissima tappa! Anche a me Juliette ha fatto moltissima tenerezza, solo che i primi momenti con Adam li ho trovato fin troppo sdolcinati :/ #teamwarner

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Helena! Sono d'accordo con te anche se, effettivamente se un bel ragazzo ti tocca e non hai mai toccato nessuno, un po' di miele ci sta! ;D

      Elimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. Io non cambio idea e resto con Adam!
    Però ho apprezzato molto l'evoluzione di Juliette e il suo approfondire il rapporto con Adam.

    RispondiElimina
  8. Per fortuna, leggendo i commenti precedenti, vedo che a qualcuna piace Adam....questo team Warner dilagante ancora non lo capisco. Adam mi fa molta tenerezza e mi piace come personaggio. Warner per ora mi sembra un esaltato fuori di testa, magari non è proprio cattivo come sembra, magari vuole veramente aiutare Juliette, per ora non si sa quindi..no non mi piace

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Erica, per ora Warner non è un personaggio positivo, anzi! Direi proprio che è un sadico psicopatico ma... ma... è bellissimo! ;D ;D

      Elimina
  9. ciao Cristina, bel recap e che immagini splendide!

    RispondiElimina