29 maggio 2018

"Unravel Me" di Tahereh Mafi


Era da parecchio che volevo leggere questa trilogia e mi ha fatto davvero piacere partecipare al GDL creato da Chiara (La lettrice sulle nuvole).
A volte capita che inizi una serie ma che non la termini in tempi brevi, in questo modo non c’è via di scampo, leggendo in gruppo diventa davvero piacevole ed emozionante condividere le opinioni e le impressioni.
Siamo quindi giunte alla fine di Unravel me secondo capitolo della serie di Shatter Me ideata da Tahereh Mafi.
Devo ammettere che se, leggendo il primo volume (recensione QUI), ho fatto veramente fatica ad adattarmi alla scrittura, in questo le pagine sono scivolate via veloci che era una meraviglia!
Come sempre sconsiglio la lettura di questa Recensione se non avete letto il primo libro, potreste incappare in parecchi spoiler!


Titolo: Unravel Me- Shatter Me Series #2 § Autrice: Tahereh Mafi § Pagine: 540
Casa editrice: Rizzoli § Genere: Fantasy, Distopico

Juliette si è rifugiata ad Omega Point, un posto per gente come lei – gente con un dono – che è anche il quartier generale della resistenza ribelle. Lei è finalmente libera dalla Restaurazione, libera dal loro piano che prevedeva di usarla come arma, e libera di amare Adam. Ma Juliette non sarà mai libera dal suo tocco letale. O da Warner, che la vuole più di qualsiasi altra cosa al mondo. In questo entusiasmante sequel di Shatter Me, Juliette deve prendere delle decisioni che le cambieranno la vita combattendo tra cosa vuole e cosa pensa sia giusto davvero. Decisioni che potrebbero comportare la scelta tra il suo cuore e la vita di Adam.


Sono passate due settimane da quando Juliette e Adam hanno trovato rifugio al Punto Omega, qui si trova la sede della Resistenza ribelle e la casa di un gruppo di persone dotate di poteri speciali.
Juliette non è la sola ad avere un dono! 
Sebbene questa sia una notizia meravigliosa, la ragazza rimane comunque isolata dal resto degli abitanti del rifugio, non riesce ad integrarsi e ad interagire e vive avvolta in una nube di tristezza e amarezza.
Al Punto Omega le regole sono fondamentali e, proprio a causa di questo
regime, Juliette e Adam si vedono pochissimo.
Ma, mentre Adam si sottopone ad allenamenti stancanti e a test sfiancanti per scoprire quale sia il suo dono, Juliette rimane in un angolo a piangersi addosso.
Questo personaggio, come potete capire, non è proprio nelle mie corde!
Non amo le piagnucolose e frignone e, Juliette, è proprio una di queste!
Il suo atteggiamento sempre negativo e lamentoso prosegue per pagine e pagine e, nonostante io capisca la situazione che ha vissuto, non posso però accettare questo stato di perenne depressione.
Per la prima parte del libro, Juliette da proprio l’idea di voler nemmeno provare a collaborare con il Punto Omega.
Fa finta di accettare la nuova vita e di capire la situazione ma in realtà non comprende il clima di pericolo e il precipitare degli aventi!
Ben presto ci sarà una guerra e tutti devono essere pronti ad agire!
Per fortuna nel corso del libro Juliette subisce una grande trasformazione, un’evoluzione interiore che la renderà migliore, più attiva e consapevole del suo ruolo nella battaglia.
In questo secondo libro la storia si fa decisamente più interessante, il mondo creato dalla Mafi prende vita, la Restaurazione tiene il monopolio delle poche risorse rimaste e la popolazione, costretta a vivere nella miseria non è in grado di ribellarsi al regime dittatoriale.
Ci addentriamo sempre di più nella struttura di questo governo fino a conoscerne il Comandante Supremo, ovvero il padre di Warner!
Un uomo tremendo, crudele e senza scrupoli, l’immagine perfetta della cattiveria.
Se la prima metà del libro è statica e ricca delle riflessioni (pippe mentali) di Juliette, la seconda metà è adrenalinica e imprevedibile.
I colpi di scena si susseguono costantemente e, al termine di un capitolo, avrete bisogno di leggere immediatamente il successivo.
In più, ciliegina sulla torta, appare a illuminare la scena proprio lui: Warner!
Questo personaggio è una scoperta continua e non smetterò mai di ribadire che contro di lui Adam non ha scampo!
“A poco a poco scopriamo un Warner diverso.
Con questo non voglio dire che dietro la maschera da pazzo omicida si nasconde un angelo meraviglioso, assolutamente no! Ma mentre prima credevo che questo ragazzo non avesse cuore, ora ho scoperto che un cuore ce l’ha.
Si tratta di un cuore corrotto, spietato e freddo ma anche tenero, ingenuo e passionale. Un mix folle e affascinate!” (Tra le virgolette, un pezzo della mia recensione di Destroy Me, link QUI, non riuscivo a descrivere Warner in modo migliore!)
Nonostante il triangolo amoroso non sia nelle mie corde, ormai sono presenti nella maggior parte nei libri Y/A e fantasy, qui è perfetto.
La Mafi con la sua scrittura estremamente emozionale riesce a rendere vivi e palpitanti i sentimenti dei personaggi, le parole assumono una dimensione e scatenano nel lettore emozioni intense.
Se i primi capitoli vi sembreranno noiosi non scoraggiatevi, andate avanti e concludete questo romanzo fantasy che mescola personaggi ben caratterizzati, una trama ricca di colpi di scena, sensualità, amore, azione e una scrittura unica! Consigliato!

Valutazione


La serie è così composta:
(Shatter Me #1)  Shatter Me
(Shatter Me #1.5)  Destroy Me
(Shatter Me #2)  Unravel Me
(Shatter Me #2.5) Fracture Me
(Shatter Me #3) Ignite Me
(Shatter Me #4) Restore Me
(Shatter Me #5) Senza titolo
(Shatter Me #6) Senza titolo


CONOSCI L'AUTRICE
Tahereh Mafi è nata nel Connecticut nel 1988, ultima di cinque fratelli. Vive in California con il marito Ransom Riggs, autore della famosa Casa per bambini speciali di Miss Peregrin. Con Rizzoli ha pubblicato Schegge di me (2012; in originale Shatter me), il primo romanzo della sua trilogia bestseller. Il secondo romanzo, Unravel me, è uscito nel 2016, sempre per Rizzoli, seguito da Ignite Me (2017).

6 commenti:

  1. Warner santo subito! Ha salvato il libro secondo me

    RispondiElimina
  2. Warner😍😍😍😍😍😍😍

    RispondiElimina
  3. A me piace molto lo stile di scrittura della Mafi. Quando inizio a leggere non riesco a fermarmi, è "incalzante" e poi ti lascia sempre con il fiato sospeso

    RispondiElimina
  4. non sono pienamente d'accordo con chiara, warner ci ha messo il suo ma non c redo sia stata l'unica cosa a salvare il libro che a me è piaicuto molto. tanto hanno fatto quelle notizie buttate qua e la e soprattutto il finale che credo riserverà nel prossimo grosse sorprese.

    RispondiElimina