25 maggio 2019

"Una volta è abbastanza" di Giulia Ciarapica


Buon pomeriggio lettori, oggi torno sul blog per parlarvi di un romanzo davvero speciale: Una volta è abbastanza di Giulia Ciarapica, un libro unico che va letto con calma, centellinato, assaporato perché, una volta finito, vi mancherà moltissimo.
Con questa recensione partecipo al gruppo di lettura Questa volta leggo, tema del mese: un libro pubblicato nel 2019.


Titolo: Una volta è abbastanza § Autrice: Giulia Ciarapica § Pagine: 368
Casa editrice: Rizzoli § Genere: Narrativa contemporanea

L’Italia è appena uscita dalla guerra. A Casette d’Ete, un borgo sperduto dell’entroterra marchigiano, la vita è scandita da albe silenziose e da tramonti che nessuno vede perché a quell’ora sono tutti nei laboratori ad attaccare suole, togliere chiodi, passare il mastice. A cucire scarpe. Annetta e Giuliana sono sorelle: tanto è eccentrica e spavalda la maggiore – capelli alla maschietta e rossetti vistosi, una che fiuta sempre l’occasione giusta – quanto è acerba e inesperta la minore, timorosa di uscire allo scoperto e allo stesso tempo inquieta come un cucciolo che scalpita nella tana, in attesa di scoprire il mondo. Nonostante siano così diverse, l’amore che le unisce è viscerale. A metterlo a dura prova però è Valentino: non supera il metro e sessantacinque, ha profondi occhi scuri e non si lascia mai intimidire. Attirato dall’esplosività di Annetta, finisce per innamorarsi e sposare Giuliana. Insieme si lanciano nell’industria calzaturiera, dirigendo una fabbrica destinata ad avere sempre più successo. Dopo anni, nonostante la guerra silenziosa tra Annetta e Giuliana continui, le due sorelle non sono mai riuscite a mettere a tacere la forza del loro legame, che urla e aggredisce lo stomaco.In queste pagine che scorrono veloci come solo nei migliori romanzi, Giulia Ciarapica ci apre le porte di una comunità della provincia profonda: tra quelle colline si combatte per il riscatto e tutti lottano per un futuro diverso. Non sanno dove li porterà, ma hanno bisogno di credere e di andare. 
La cosa più sorprendente di questo romanzo è l’intensità della scrittura di Giulia: matura e poetica, capace di catturare un istante e di renderlo unico, infinito, carico di emozione e forza.
In questo libro troverete momenti di puro dolore, così potenti da lasciarvi senza fiato e attimi di gioia così splendenti che dovrete socchiudere gli occhi, Giulia riesce, con le parole, a catturare il profumo del mastice delle scarpe, la sensazione dei sassi sotto le piante dei piedi, il sapore delle lacrime, la carezza di un uomo innamorato, l’amore, la rabbia, l’angoscia e la felicità. 
Giulia ha il dono di inondare l’animo del lettore di momenti cristallini, capaci di toccarci nel profondo, intimi, irruenti e tremendamente emozionanti.
Una volta è abbastanza è la storia di un paese, Casette D’Ete, un borgo che rinasce dopo gli anni difficili e dolorosi della guerra, poche case e molti cuori forti, orgogliosi, gente temprata dalle
difficoltà e pronta a tutto per rialzarsi.
Sarà proprio fra queste vie che conosceremo due sorelle: Annetta e Giuliana, due personaggi così intensi da prendere letteralmente vita, le seguiremo per un ventennio mentre affrontano la vita con coraggio, amando, soffrendo, lottando!
Così diverse ma così simili.
Annetta è una donna selvaggia, ha un fuoco dentro che brucia, intenso, vorace, morde la vita, la azzanna, graffia, punta i piedi e pretende sempre di più da se stessa e dagli altri.
Indomabile, sensuale, provocante, libera e moderna, terribilmente moderna, troppo avanti con i tempi che sta vivendo per essere capita e accolta.

È lei la sua unica responsabile, l’imprenditrice che sceglie da sé e per sé;
è libera, sola e vuole restarci.
Non si sente l’altra metà di nessuno, lei è già intera.
Donna, e intera. Non lo ha deciso, è così, è il suo destino.

E poi c’è Giuliana, la sorella minore per anni nell’ombra, all’apparenza timida, riflessiva, incline all’obbedienza ma, Giuliana non è solo questo perché nasconde un anima tenace, abituata a lottare per ciò che ama, per ciò che vuole!
Questa donna mi è entrata dentro con la sua forza, il suo coraggio, la sua intelligenza brillante, la sua capacità di scendere a compromessi, di fare rinunce, concreta e solida.
L’amore tra lei e Valentino mi ha emozionata moltissimo, è un sentimento forte, potente, fatto di attimi di perfezione, intimi e autentici ma anche di passione e rabbia.
Giuliana si volta verso il mare e osserva suo marito.
Com’è strano guardare dal di fuori una parte di te: la vedi lì, a pochi passi,
sai che ti appartiene, che ce l’hai dentro, eppure contemporaneamente è fuori.
Fuori da te ma non fuori di te.

Attraverso gli occhi di queste due sorelle vediamo la vita che scorre, il cambiamento dell’Italia del dopo guerra, il desiderio di rialzarsi, ribellarsi alla fame e alla miseria, la voglia di reinventarsi, creare lavoro, idee, innovazioni, siamo davanti a un paese che pian piano inizia a fiorire: i bambini nascono e le famiglie si allargano, arriva la televisione, assistiamo al Festival di Sanremo, al Giro d’Italia, alla moda che cambia.
Mi sono talmente immersa in questi anni da correre a rivedere i film di Sofia Loren, ad ascoltare la musica di Modugno e Villa, anni unici, inimitabili, anni di profondi cambiamenti e grandi novità.
Giulia descrive tutto con dovizia di particolari, nulla è lasciato al caso, tutto ha un significato, tutto profuma di futuro, di opportunità, di vita.
Un romanzo bellissimo, una storia che coinvolge perché vera e autentica, era da molto tempo che non leggevo qualcosa di così unico e prezioso!


22 commenti:

  1. Voglio assolutamente leggere questo romanzo. Per il momento è nel kobo, presto lo prenderò cartaceo.

    RispondiElimina
  2. La seguivo come Book blogger e mi piaceva tanto, ma poi era diventata un po’ troppo “televisiva”... ho MOLTISSIMA curiosità di scoprirla come autrice,perché la sua penna era quasi perfetta🙂

    RispondiElimina
  3. che belle parole, si capisce proprio quanto il libro ti sia piaciuto!

    RispondiElimina
  4. È in lista per giugno e non vedo l'ora! Bella recensione, mette urgenza di leggerlo
    Bacci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh che bello, non vedo l'ora di leggere cosa ne pensi!

      Elimina
  5. Bellissima recensione: diventa quasi impossibile non inserire il libro in tbr. Ormai il mio kindle è pieno di anteprime scaricate da Amazon dopo aver letto le vostre recensioni: mi farò un'idea migliore del libro e poi deciderò se proseguire la lettura.

    RispondiElimina
  6. sono tra le poche a non aver letto nulla della ciarapica che con questo suo libro sembra stia conquistando in lungo e in largo moltissime blogger. sono ancora un po' scettica al riguardo, infatti mi sono ripromessa di leggerlo solo se lo troverò disponibile in biblioteca.

    RispondiElimina
  7. Ho letto il precedente, che era una sorta di manuale. Non so se ho voglia di affrontare una sua nuova opera al momento...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono due opere completamente diverse, il primo è tipo un saggio sul mondo dei blogger questo è un romanzo di una profondità incredibile!

      Elimina
  8. E' bellissimo quando un libro ti coinvolge così tanto e dalla tua recensione si capisce. La bellezza della lettura è anche questo

    RispondiElimina
  9. Oh, che bella recensione! Questo romanzo lo leggerò senza ombra di dubbio durante l'estate.

    RispondiElimina
  10. L'ho terminato da poco e concordo con te... Giulia ha scritto un gran bel libro! Una storia forte con personaggi che rimangono impressi per la loro sostanza.

    RispondiElimina
  11. Direi che devo leggerlo! Lea

    RispondiElimina
  12. Non sembra male come libro e la tua recensione me lo conferma. Per quanto mi riguarda non è esattamente il mio genere quindi dovrò essere in vena per leggerlo!
    Grazie mille :)

    RispondiElimina