27 novembre 2019

"Il grande Dio Pan" di Arthur Machen


Titolo: Il grande Dio Pan § Autore: Arthur Machen § Pagine: 190
Casa editrice: Adiaphora § Genere: Horror gotico

Finalmente, dopo anni di ricerche nel campo delle scienze occulte e dello studio delle funzioni cerebrali, il dottor Raymond è pronto per portare a termine un folle esperimento. Una notte d'estate, assieme all'amico Clarke, che sarà suo testimone, decide di sottoporre la giovane Mary a un intervento chirurgico al cervello per consentirle di sollevare il velo che cela la mostruosa divinità della natura, il Grande Dio Pan. Ciò che la ragazza vede la sconvolgerà per sempre. Molti anni dopo, in una Londra vittoriana ancora profondamente scossa dagli omicidi di Whitechapel, una catena di inspiegabili suicidi sconvolge le famiglie benestanti del West End, stringendo la città in una morsa di terrore nella quale nessuno può dire chi sarà il prossimo, né quando accadrà. Soltanto Villiers, appassionato esploratore notturno, il gentiluomo Austin e lo stesso Clarke, segretamente affascinato dall'occulto e dal mistero, sospettano che dietro ai suicidi possa nascondersi un'enigmatica figura femminile. Tra angoscianti testimonianze e onirici peregrinaggi dai sobborghi più ricchi fino ai bassifondi più squallidi di Londra, i tre insoliti investigatori si troveranno dinanzi a un terribile segreto che getta le radici tra le pieghe del tempo, in un passato colmo di suggestione e oscurità.
Ho letto questo romanzo breve il giorno di Halloween, desideravo una lettura coinvolgente ma non troppo lunga per festeggiare la notte più stregata dell’anno e, devo ammettere che ho trovato proprio quello che cercavo.
Il grande Dio Pan è un romanzo gotico che racchiude in sé tutti gli elementi distintivi di questo genere, ovviamente stiamo parlando del capostipite del genere! Proprio così, perché Arthur Machen con la sua produzione letteraria ha dato il via a uno dei filoni horror più famosi di tutti i tempi.
Molti grandi della letteratura si sono ispirati ai suoi scritti, due su tutti Poe e Wilde. 

18 novembre 2019

"Fidanzati dell'inverno" di Christelle Dabos


Titolo: Fidanzati dell'Inverno-Serie dell'Attraverspecchi #1 § Autrice: Christelle Dabos § Pagine: 504
Casa editrice: Edizioni E/O § Genere: Fantasy

"Fidanzati dell'inverno" è il primo volume di una saga fantastica (L'Attraversaspecchi) che si snoda tra le mirabolanti peripezie della protagonista Ofelia, una ragazza un po' goffa ma dotata di due doni assolutamente speciali (può attraversare gli specchi e leggere il passato degli oggetti), e dei bizzarri personaggi che la circondano. 
Avevo promesso che non mi sarei divulgata più di tanto nella trama ma, in questo caso, una minima spiegazione è d’obbligo.
Il mondo creato dalla Dabos è unico e molto complesso, tanto che, in un primo momento, si ha difficoltà a orientarsi e comprenderlo.
Ci troviamo in un universo in cui la Terra è esplosa lasciando dietro di sé un nucleo centrale intorno al quale ruotano ventuno arche, isole più meno grandi sulle quali delle divinità (la cui origine non è ben chiara) hanno dato vita a vere e proprie civiltà.
Ogni essere divino ha, però delle caratteristiche e dei poteri ben precisi e così, la progenie, ha acquisito a sua volta delle doti e dei talenti in linea con la sua essenza.
Ofelia, la nostra protagonista, vive su Anima, è ha la capacità di “leggere” con il tocco delle mani gli oggetti scoprendo, in questo modo, il loro passato ma, è anche un’attraversaspecchi, quindi in grado di spostarsi da un luogo all’altro entrando e uscendo da uno specchio. 

10 novembre 2019

Month Recap: Ottobre 2019


Buongiorno cari amici, come avrete notato Ottobre è stato un mese di assoluta inattività, ho pubblicato qualcosa la prima settimana ma poi nulla!
Sono stata molto impegnata su vari fronti: lavoro, ripresa delle scuole e ripresa del mio corso di studi. Proprio a causa di tutte queste cose ho letto molto meno e ho avuto meno tempo da dedicare alla stesura di post.
Sinceramente non so come procederà Novembre ma non voglio stressarmi, non voglio vivere questo angolino con ansia e apprensione quindi cercherò di pubblicare un post alla settimana senza pormi obiettivi troppo impegnativi! Cercherò comunque di scrivere recensioni più corte, probabilmente eliminerò la parte di cui vi introduco la trama, in questo modo il testo dovrebbe essere più rapido da scrivere e anche da leggere.
Ma passiamo alle cose belle, ossia LIBRI, SERIE TV E FILM!
Insieme al maritino ho visto la seconda stagione di Mind Hunters, mi è piaciuta molto, anche se le prime puntate sono risultate un po’ noiose, c’è maggiore introspezione dei personaggi che vengono notevolmente approfonditi nel loro privato ma i casi da risolvere sono meno e tutta la serie è focalizzata su un unico grande inseguimento: il killer di Atlanta.
Abbiamo ripreso e concluso la terza stagione di Penny Dreadful, curata in ogni dettaglio e ricca di colpi di scena, ci conduce nelle vite dei vari personaggi e nei loro tormenti interiori, nonostante tutto, sono rimasta veramente delusa dal finale, non per la scelta fatta dagli autori perchè era inevitabile ma, la spiegazione data, faceva acqua da tutte le parti. Inoltre ho trovato che solo due personaggi abbiano subito un'effettiva evoluzione e che, alla fine, abbiano chiuso il cerchio, essendo un finale di stagione mi aspettavo molto di più!
Ho abbandonato temporaneamente Lucifer (sono arrivata a metà della terza stagione ma, il Lucifer, di questi episodi è insopportabile!) e cominciato a guardare la seconda stagione di Outlander, ero convinta di averne vista gran parte ancora al momento dell’uscita ma mi sbagliavo, avevo guardato solo le prime tre puntante e così ora mi sto godendo la visione! 

1 novembre 2019

"La corte di ali e rovina" di Sahar J. Maas


Titolo: La corte di ali e rovina § Autrice: Sarah J. Maas § Pagine: 684
Casa editrice: Mondadori § Genere:  Fantasy

Feyre è determinata a raccogliere il maggior numero di informazioni possibile sui piani di Tamlin e del Re di Hybern che minacciano di mettere Prythian in ginocchio. Per questo si è separata dall'uomo che ama e ha fatto ritorno alla Corte di Primavera. Ma per poter portare a termine il suo piano, dovrà tessere una fitta trama di inganni e tenere a bada il suo desiderio di vendetta. Sa bene, infatti, che un solo passo falso potrebbe condurre non soltanto alla sua rovina ma a quella di tutto il suo mondo. La ragazza sa anche che il Re di Hybern non si fermerà davanti a nulla, perciò, a mano a mano che la guerra si avvicina, dovrà decidere di chi fidarsi e cercare alleati nei posti più inaspettati.
Il terzo volume di questa bellissima trilogia si riallaccia al finale del secondo, non mi soffermerò sulla trama anche perché, potete leggerla qui sopra e poi, in questo modo non finirò per svelarvi nulla!
Parto con il dirvi che mi aspettavo molto di più, con questo non voglio dire che il libro non mi sia piaciuto, anzi! Ma effettivamente, una volta concluso, mi ha lasciata parecchio perplessa.
La trama è incentrata prevalentemente sulla guerra contro Hybern, un Fae maggiore terribile e disposto a tutto per distruggere il muro e assoggettare tutte le corti e il regno degli uomini al suo dominio.
Per questo motivo, la storia, nonostante sia ricca di eventi, rimane un po’ scarna rispetto al secondo, i personaggi sono più piatti, gli eventi che li riguardano da vicino rimango molto marginali e questo, per me, deperisce il tutto.