31 dicembre 2019

I 5 libri più belli del 2019



Buongiorno cari amici, siamo giunti all’ultimo giorno del 2019 e quindi è ora di tirare le somme sulle letture fatte in questi 365 giorni.
Ho deciso di scegliere solo le letture più belle senza soffermarmi su quelle brutte, per questo motivo ho selezionato cinque libri di genere diverso che mi hanno emozionata, entusiasmata e che ho letteralmente divorato!
Per ciascun libro è disponibile la mia recensione ;D

19 dicembre 2019

Caro Babbo Natale...


Buongiorno cari lettori, oggi scriverò insieme a voi la mia letterina a Babbo Natale!
Ormai sono grandicella per queste cose ma amo sognare e quindi, via con la polvere magica ed esprimiamo un desiderio tutti insieme! Sì, proprio così!
V’invito a scrivere qui sotto i vostri sogni librosi (e non) per questo Natale 2019!

“Caro Babbo Natale
Sotto l’albero mi piacerebbe trovare tante cose belle… sicuramente Il priorato dell’albero delle Arance di Sussanah Shannon, uno dei libri più belli che abbia mai visto e una delle storie che aspetto
da più tempo, forse perché un fantasy con i draghi non si vedeva da tempo, forse perché l’high fantasy mi manca un po’!
Un altro regalo che desidero tanto tanto è l’edizione illustrata di Harry Potter e il calice di fuoco perché senza un libro della Rowling non è veramente Natale…
Per non farci mancare nulla mi piacerebbe tanto un nuovo Kindle, possibilmente retroilluminato così da poter leggere sempre in condizioni ottimali.
Ecco qui!
Ovviamente la cioccolata è sempre ben gradita, va bene qualsiasi tipo ma preferisco di gran lunga quella al latte, con le nocciole e con il caramello mou!
Un abbraccio speciale e Buon Natale…

Cristina”

E voi cosa vorreste ricevere? Cosa vorreste scartare sotto l’albero?
Un libro, un dvd o un funko pop? Tanti dolci, caramelle o cioccolatini?
Scrivete come me la vostra letterina!

16 dicembre 2019

"Kill Creek" di Scott Thomas


Titolo: Kill Creek § Autore: Scott Thomas § Pagine: 512
Casa editrice: Rizzoli § Genere: Horror


In fondo a una strada sterrata, mezzo dimenticata nel cuore del Kansas, sorge la casa delle sorelle Finch. Per molti anni è rimasta vuota, abbandonata, soffocata dalle erbacce. Adesso la porta sta per essere riaperta. Ma qualcosa, o qualcuno, aspetta nel profondo delle sue ombre, e non vede l’ora di incontrare i suoi nuovi ospiti… Quando Sam McGarver, autore di best seller horror, viene invitato a trascorrere la notte di Halloween in una delle case infestate dai fantasmi più famosa del mondo, accetta con riluttanza. Se non altro, non sarà solo: con lui ci saranno altri tre acclamati maestri del macabro, scrittori che come lui hanno contribuito a tracciare la mappa moderna di quel genere letterario. Ma quella che inizia come una trovata pubblicitaria si trasformerà in una vera e propria lotta per la sopravvivenza. L’entità che hanno risvegliato li segue, li tormenta, li minaccia, fino a farli diventare parte della sanguinosa eredità di Kill Creek.
Finalmente, è arrivato il momento di parlarvi di Kill Creek, uno dei libri peggiori letti quest’anno!
Un inizio con il botto! Direi!
Ma non posso farci nulla, questa lettura è stata una vera delusione sotto molti punti di vista.
Su una collinetta, al di là di un ponticello malandato, sorge l’inquieta Kill Creek, una dimora secolare sommersa dalle erbacce e avvolta da un cupo silenzio.
Kill Creek è stata scenario di molteplici tragedie, una su tutte quella dei suoi primi proprietari nonché costruttori: un uomo bianco e una schiava di colore che cercarono in lei un rifugio sicuro per il loro amore. Come ovvio che sia, la violenza e la discriminazione ebbero il sopravvento e per i due amanti fu la fine, la terra di Kill Creek si tinse del loro sangue e delle ombre, che quel fatto, fece calare su di lei. 

13 dicembre 2019

"I fratelli Kristmas" di Giacomo Papi


Titolo: I fratelli Kristmas-Un racconto di Natale § Autrice: Giacomo Papi § Pagine: 227
Casa editrice: Einaudi § Genere: Favola moderna

È la notte del 24 dicembre, ma il vecchio Niklas Kristmas, alias Babbo Natale, non può consegnare i regali. Ha una febbre da cavallo e una tosse spaventosa. Se uscisse al gelo - sentenzia l'elfo dottore - ci lascerebbe le penne. Così, a malincuore, l'incarico viene affidato a Luciano, il fratello minore di Niklas. I due hanno litigato anni prima, perché Luciano è un uguagliatore: per lui tutti i bambini sono uguali, e vuole portare a ciascuno lo stesso numero di doni. Mentre lo gnomo orologiaio rallenta il tempo, Luciano ed Efisio, il nano picchiatore, partono a bordo della slitta volante. Ma l'avido industriale dei giocattoli Panicus Flynch, che trama per impadronirsi del Natale, ha sguinzagliato sulle loro tracce le feroci valchirie. Ad aiutare Luciano ed Efisio saranno Maddalena e suo fratello Pietro, due bambini di nove e dodici anni. Per portare a termine la missione c'è bisogno del loro coraggio. 
Come tutti gli anni, leggo un libro a tema natalizio, questo è quello che ho scelto per il Gruppo di Lettura “Questa volta leggo”, tema del mese di Dicembre: un libro ambientato a Natale.
Il romanzo di Papi è una favola moderna che racconta un Natale alternativo: Babbo Natale è gravemente malato e non può consegnare i doni, al suo posto viene chiamato Luciano, suo fratello minore e, cosa tremenda, uguagliatore!
Ma che cos’è un uguagliatore?
Per gran parte del libro questo rimane un mistero anche se, l’autore, semina indizi qua e la per farci capire che questa particolare caratteristica non è ben vista, anzi, molti non sopportano gli uguagliatori!

10 dicembre 2019

"Una fiamma nella notte" di Sabaa Tahir


Titolo: Una fiamma nella notte #2 § Autrice: Sabaa Tahir § Pagine: 431
Casa editrice: Nord § Genere: Fantasy, Distopico

In un mondo dominato dalla paura e dalla tirannia, due ragazzi sono pronti a sacrificare ogni cosa in nome della libertà... Servire l'impero. Quello era il destino di Elias, il risultato di anni di addestramento fisico e psicologico. Ma tutto è cambiato quando, assecondando il proprio istinto, lui si è rifiutato di giustiziare Laia, una schiava colpevole soltanto di sognare un mondo migliore. È stato allora che Elias ha aperto gli occhi e ha capito di non voler essere complice di un regime oppressivo e autoritario. E, ora, è lui il condannato a morte. Tuttavia in suo aiuto accorre Laia, che gli propone un patto: lei lo farà scappare se, in cambio, lui la guiderà fino a Kauf, la famigerata prigione in cui sono reclusi i traditori, e l'aiuterà a organizzare l'evasione di suo fratello Darin. Elias accetta e, ben presto, i due si ritrovano a marciare attraverso una terra selvaggia e irta di pericoli, costantemente braccati dall'esercito imperiale. Ed Elias scoprirà troppo tardi che tra i soldati che danno loro la caccia c'è anche Helene, la sua compagna d'armi all'accademia, la sua amica più fidata. L'unica che è sempre stata in grado di prevedere ogni sua mossa. E adesso Helene ha un solo, straziante obiettivo: ucciderlo...
Questo secondo volume si collega esattamente al finale del primo; le selezioni sono finite: Marcus è stato eletto nuovo imperatore mentre Helene è diventata la sua Averla Sanguinaria, Elias e Laia stanno fuggendo da Rupenera e si apprestano a compiere un viaggio lunghissimo che li condurrà a Kauf, l’obiettivo è liberare Darin e dare una possibilità ai ribelli di vincere la guerra contro i marziali.
Non voglio soffermarmi molto sulla trama, in primis per evitare spoiler e poi perché la trovate scritta qui in alto, quindi parto subito con il dirvi che questo secondo volume è pazzesco! 

3 dicembre 2019

Una carrellata di libri per Natale!


Buongiorno cari lettori, oggi sarò il vostro Elfo di Babbo Natale di fiducia e vi consiglierò una serie di libri da regalare durante le feste!
Credo che un libro sia uno dei regali più belli da ricevere a sotto l’albero, purtroppo però è anche uno dei doni più difficili perché comporta una profonda conoscenza del ricevente, proprio così, regalare libri a casaccio è assolutamente vietato!
Qui vi lascio link del post che ho scritto nel 2017 e che trovo sempre valido: “7 semplici regole per un regalo libroso”, date uno sguardo così non finirete per fare un errore madornale nella scelta del vostro dono!
Come per gli anni precedenti ho diviso questa lista in quattro gruppi: Libri furbi (un must), Libri per ragazzi, Libri per l’anima e Libri semplicemente belli (anche questo è un must!).

2 dicembre 2019

Month Recap Novembre 2019



Buongiorno a tutti, oggi Recap del mese di Novembre!
Devo ammettere che, nonostante tutto, si è rivelato un mese pieno di letture interessanti e molto intenso, il mio percorso di studi procede bene, anche se m’impegna tantissimo e, infatti, sul blog sono stata parecchio assente. In questi giorni sto cercando di recuperare qualche recensione, soprattutto di quei libri che ho amato follemente e dei quali vorrei assolutamente parlarvi.
Passiamo alle serie tv, ho concluso la seconda stagione di Baby, serie ispirata al caso delle baby prostitute dei Parioli a Roma (vi lascio QUI il link della recensione che ho fatto della prima stagione).
Che dire? Mi è piaciuta un po’ di più rispetto alla prima, la storia si fa più complicata e anche i sentimenti dei personaggi diventano sempre più intensi, ho apprezzato molto i personaggi di Damiano e di Chiara soprattutto per l’interpretazione degli attori che riescono a dargli il giusto spessore, trovo parecchio stiracchiato quello di Ludovica. 

27 novembre 2019

"Il grande Dio Pan" di Arthur Machen


Titolo: Il grande Dio Pan § Autore: Arthur Machen § Pagine: 190
Casa editrice: Adiaphora § Genere: Horror gotico

Finalmente, dopo anni di ricerche nel campo delle scienze occulte e dello studio delle funzioni cerebrali, il dottor Raymond è pronto per portare a termine un folle esperimento. Una notte d'estate, assieme all'amico Clarke, che sarà suo testimone, decide di sottoporre la giovane Mary a un intervento chirurgico al cervello per consentirle di sollevare il velo che cela la mostruosa divinità della natura, il Grande Dio Pan. Ciò che la ragazza vede la sconvolgerà per sempre. Molti anni dopo, in una Londra vittoriana ancora profondamente scossa dagli omicidi di Whitechapel, una catena di inspiegabili suicidi sconvolge le famiglie benestanti del West End, stringendo la città in una morsa di terrore nella quale nessuno può dire chi sarà il prossimo, né quando accadrà. Soltanto Villiers, appassionato esploratore notturno, il gentiluomo Austin e lo stesso Clarke, segretamente affascinato dall'occulto e dal mistero, sospettano che dietro ai suicidi possa nascondersi un'enigmatica figura femminile. Tra angoscianti testimonianze e onirici peregrinaggi dai sobborghi più ricchi fino ai bassifondi più squallidi di Londra, i tre insoliti investigatori si troveranno dinanzi a un terribile segreto che getta le radici tra le pieghe del tempo, in un passato colmo di suggestione e oscurità.
Ho letto questo romanzo breve il giorno di Halloween, desideravo una lettura coinvolgente ma non troppo lunga per festeggiare la notte più stregata dell’anno e, devo ammettere che ho trovato proprio quello che cercavo.
Il grande Dio Pan è un romanzo gotico che racchiude in sé tutti gli elementi distintivi di questo genere, ovviamente stiamo parlando del capostipite del genere! Proprio così, perché Arthur Machen con la sua produzione letteraria ha dato il via a uno dei filoni horror più famosi di tutti i tempi.
Molti grandi della letteratura si sono ispirati ai suoi scritti, due su tutti Poe e Wilde. 

18 novembre 2019

"Fidanzati dell'inverno" di Christelle Dabos


Titolo: Fidanzati dell'Inverno-Serie dell'Attraverspecchi #1 § Autrice: Christelle Dabos § Pagine: 504
Casa editrice: Edizioni E/O § Genere: Fantasy

"Fidanzati dell'inverno" è il primo volume di una saga fantastica (L'Attraversaspecchi) che si snoda tra le mirabolanti peripezie della protagonista Ofelia, una ragazza un po' goffa ma dotata di due doni assolutamente speciali (può attraversare gli specchi e leggere il passato degli oggetti), e dei bizzarri personaggi che la circondano. 
Avevo promesso che non mi sarei divulgata più di tanto nella trama ma, in questo caso, una minima spiegazione è d’obbligo.
Il mondo creato dalla Dabos è unico e molto complesso, tanto che, in un primo momento, si ha difficoltà a orientarsi e comprenderlo.
Ci troviamo in un universo in cui la Terra è esplosa lasciando dietro di sé un nucleo centrale intorno al quale ruotano ventuno arche, isole più meno grandi sulle quali delle divinità (la cui origine non è ben chiara) hanno dato vita a vere e proprie civiltà.
Ogni essere divino ha, però delle caratteristiche e dei poteri ben precisi e così, la progenie, ha acquisito a sua volta delle doti e dei talenti in linea con la sua essenza.
Ofelia, la nostra protagonista, vive su Anima, è ha la capacità di “leggere” con il tocco delle mani gli oggetti scoprendo, in questo modo, il loro passato ma, è anche un’attraversaspecchi, quindi in grado di spostarsi da un luogo all’altro entrando e uscendo da uno specchio. 

10 novembre 2019

Month Recap: Ottobre 2019


Buongiorno cari amici, come avrete notato Ottobre è stato un mese di assoluta inattività, ho pubblicato qualcosa la prima settimana ma poi nulla!
Sono stata molto impegnata su vari fronti: lavoro, ripresa delle scuole e ripresa del mio corso di studi. Proprio a causa di tutte queste cose ho letto molto meno e ho avuto meno tempo da dedicare alla stesura di post.
Sinceramente non so come procederà Novembre ma non voglio stressarmi, non voglio vivere questo angolino con ansia e apprensione quindi cercherò di pubblicare un post alla settimana senza pormi obiettivi troppo impegnativi! Cercherò comunque di scrivere recensioni più corte, probabilmente eliminerò la parte di cui vi introduco la trama, in questo modo il testo dovrebbe essere più rapido da scrivere e anche da leggere.
Ma passiamo alle cose belle, ossia LIBRI, SERIE TV E FILM!
Insieme al maritino ho visto la seconda stagione di Mind Hunters, mi è piaciuta molto, anche se le prime puntate sono risultate un po’ noiose, c’è maggiore introspezione dei personaggi che vengono notevolmente approfonditi nel loro privato ma i casi da risolvere sono meno e tutta la serie è focalizzata su un unico grande inseguimento: il killer di Atlanta.
Abbiamo ripreso e concluso la terza stagione di Penny Dreadful, curata in ogni dettaglio e ricca di colpi di scena, ci conduce nelle vite dei vari personaggi e nei loro tormenti interiori, nonostante tutto, sono rimasta veramente delusa dal finale, non per la scelta fatta dagli autori perchè era inevitabile ma, la spiegazione data, faceva acqua da tutte le parti. Inoltre ho trovato che solo due personaggi abbiano subito un'effettiva evoluzione e che, alla fine, abbiano chiuso il cerchio, essendo un finale di stagione mi aspettavo molto di più!
Ho abbandonato temporaneamente Lucifer (sono arrivata a metà della terza stagione ma, il Lucifer, di questi episodi è insopportabile!) e cominciato a guardare la seconda stagione di Outlander, ero convinta di averne vista gran parte ancora al momento dell’uscita ma mi sbagliavo, avevo guardato solo le prime tre puntante e così ora mi sto godendo la visione! 

1 novembre 2019

"La corte di ali e rovina" di Sahar J. Maas


Titolo: La corte di ali e rovina § Autrice: Sarah J. Maas § Pagine: 684
Casa editrice: Mondadori § Genere:  Fantasy

Feyre è determinata a raccogliere il maggior numero di informazioni possibile sui piani di Tamlin e del Re di Hybern che minacciano di mettere Prythian in ginocchio. Per questo si è separata dall'uomo che ama e ha fatto ritorno alla Corte di Primavera. Ma per poter portare a termine il suo piano, dovrà tessere una fitta trama di inganni e tenere a bada il suo desiderio di vendetta. Sa bene, infatti, che un solo passo falso potrebbe condurre non soltanto alla sua rovina ma a quella di tutto il suo mondo. La ragazza sa anche che il Re di Hybern non si fermerà davanti a nulla, perciò, a mano a mano che la guerra si avvicina, dovrà decidere di chi fidarsi e cercare alleati nei posti più inaspettati.
Il terzo volume di questa bellissima trilogia si riallaccia al finale del secondo, non mi soffermerò sulla trama anche perché, potete leggerla qui sopra e poi, in questo modo non finirò per svelarvi nulla!
Parto con il dirvi che mi aspettavo molto di più, con questo non voglio dire che il libro non mi sia piaciuto, anzi! Ma effettivamente, una volta concluso, mi ha lasciata parecchio perplessa.
La trama è incentrata prevalentemente sulla guerra contro Hybern, un Fae maggiore terribile e disposto a tutto per distruggere il muro e assoggettare tutte le corti e il regno degli uomini al suo dominio.
Per questo motivo, la storia, nonostante sia ricca di eventi, rimane un po’ scarna rispetto al secondo, i personaggi sono più piatti, gli eventi che li riguardano da vicino rimango molto marginali e questo, per me, deperisce il tutto. 

2 ottobre 2019

"Hot stuff" di Ava Lohan


Titolo: Hot Stuff § Autrice: Ava Lohan § Pagine: 660
Casa editrice: Amazon media § Genere: Romance, Erotico, Sport romance

Malcolm Hill è il temporale. Porta il caos nella mia università, nella mia squadra, nella mia vita.
È la stella dei Chicago Thunderstorms, e ha sempre i riflettori puntati addosso. Lo odio.
Perché mi sta rovinando l’esistenza. Perché non crede in me e nella mia squadra e mi tratta come una bambina.
Perché è troppo attraente e mi distrae.
Mi fa desiderare di infilarmi nel suo letto. Mi fa pensare che tutte le regole, alla fine, vanno infrante.
Ma sarebbe molto stupido.
Io ho diciannove anni. Lui ventotto.
Io sono solo una studentessa. Lui è Hot Stuff. Fama, soldi e sesso sono la sua routine. Io sono il capitano della squadra femminile di basket. E Malcolm è il mio nuovo coach.
Eccomi qui con il fatidico libro trash di cui vi ho parlato su Instagram!
Proprio lui: Hot stuff di Ava Lohan, uno sport romance erotico (molto erotico!) che ho acquistato, in un momento di scarsa lucidità, su consiglio di una cara amica divoratrice di questo genere che io evito come la peste!
Eppure, udite udite, mi è piaciuto e anche parecchio!
Sì, perché, ho divorato le sue 660 pagine (mica male per un romance!) in meno di una settimana e alternando la lettura ad altri tre romanzi! Pura follia! 

30 settembre 2019

"Un'estate con la strega dell'Ovest" di Kaho Nashiki


Titolo: Un’estate con la strega dell'Ovest  § Autrice: Kaho Nashiki § Pagine: 141
Casa editrice: Feltrinelli  § Genere: Romanzo di formazione, letteratura giapponese

Mai ha tredici anni e non vuole più andare a scuola. La madre, preoccupata, decide di mandarla a stare dalla nonna per un po', in una bella casetta nella campagna giapponese sul limitare dei monti. La nonna è una signora inglese ormai vedova, arrivata in Giappone molti anni prima e rimasta lì per amore. Sia Mai che la madre si riferiscono a lei come la "Strega dell'Ovest", ma nel momento in cui la nonna le rivela di possedere realmente dei poteri magici, Mai rimane incredula e diffidente. Quando però le propone di affrontare il duro addestramento da strega, accetta senza esitazioni. Immerse nella natura incontaminata del Giappone più remoto, nonna e nipote passano insieme settimane meravigliose in raccoglimento, lontane dalla frenesia della vita di città, a lavorare nell'orto, raccogliere erbe selvatiche e cucinare, oltre a dedicarsi, naturalmente, a quelli che sono, secondo la nonna, i rudimenti di base per una giovane strega.
Buongiorno lettori, dopo una settimana di assenza dal blog, torno con la recensione di un romanzo di formazione che mi ha letteralmente conquistata!
Un’estate con la strega dell’Ovest è un libro dolce e accogliente, una storia che con una delicatezza unica riesce a toccare le corde del nostro cuore e a parlarci di argomenti importanti come: l’autostima, l’accettazione di noi stessi, il desiderio di far parte di qualcosa, la vita, la morte, la bellezza della natura e la sua magia. 

19 settembre 2019

"Ferryman. Amore eterno" di Claire McFall


Titolo: Ferryman. Amore eterno § Autrice: Claire McFall § Pagine: 293
Casa editrice: Fazi editore, LainYa § Genere: Fantasy, Y/A

Dylan ha quindici anni e quando una mattina decide di andare a trovare il padre, che non vede da molto tempo, la sua vita subisce un drastico cambiamento: il treno su cui viaggia ha un terribile incidente. Dylan sembrerebbe essere l'unica sopravvissuta tra i passeggeri e, una volta uscita, si ritrova in aperta campagna, in mezzo alle colline scozzesi. Intorno non c'è anima viva, a parte un ragazzo seduto sull'erba. L'adolescente si chiama Tristan e, con il suo fare impassibile e risoluto, convince Dylan a seguirlo lungo un cammino difficile, tra strade impervie e misteriose figure che girano loro intorno, come fossero pronte ad attaccarli da un momento all'altro. È proprio dopo essersi messi in salvo da questi strani esseri che Tristan le rivela la verità... lui è un traghettatore di anime che accompagna i defunti fino alla loro destinazione attraverso la pericolosa terra perduta. A ogni anima spetta il suo paradiso, ma qual è quello di Dylan? L'iniziale ritrosia di Dylan e l'indifferenza di Tristan si trasformano a poco a poco in fiducia e in un'attrazione magnetica tra i due ragazzi che non sembrano più volersi dividere. Arrivati al termine del loro viaggio insieme, Dylan proverà a sovvertire le regole del suo destino e del mondo di Tristan, pur di non perderlo.
Con questa recensione partecipo al Gruppo di Lettura Questa volta leggo, eh sì! L'estate è passata e noi blogger siamo di nuovo al lavoro! Tema del mese: un libro acquistato durante l'estate, in realtà Ferryman non è un titolo che ho comprato ma che ho preso in prestito in biblioteca durante l'estate, spero di non subire le ire delle organizzatrici perché, solo oggi, al momento di pubblicare la recensione mi sono accorta del piccolo dettaglio. Abbiate pietà di me!

Qualche giorno fa ho concluso la lettura di Ferryman, un romanzo young/adult che mi aveva colpito fin dalla sua uscita nelle librerie.
Purtroppo, si è rivelato una delusione! Vi accenno un po’ la trama e poi andiamo a vedere perché non mi è piaciuto.
Dylan è una ragazza di quindici anni in viaggio su un treno verso la città dove abita il padre, ha da poco riallacciato i rapporti con il genitore ed è molto emozionata di poterlo rivedere dopo molti anni.
Il treno, però, ha un terribile incidente e Dylan sembra essere l’unica sopravvissuta.
In preda al panico, la ragazza, riesce a uscire dal vagone su cui viaggiava e ad uscire dalla galleria, qui, un ragazzo strano, bello e tenebroso, sembra aspettare proprio lei.
Si chiama Tristan e ha, più o meno, la stessa età di Dylan, è taciturno e impassibile di fronte alle difficoltà e alla paura della giovane, tanto che, un po’ a forza la convince a seguirlo.
Dylan scoprirà, ben presto che, nell’incidente ferroviario, lei non è l’unica sopravvissuta ma l’unica a essere morta e che Tristan non è altro che un traghettatore di anime, il cui compito è accompagnarla fino alla fine della terra spezzata, una landa desolata popolata da orribili creature che cercano di divorare le anime di passaggio. 

17 settembre 2019

"Il guardiano invisibile" di Dolores Redondo


Titolo: Il guardiano invisibile § Autore: Dolores Redondo § Pagine: 393
Casa editrice: Tea § Genere: Giallo, mistery, paranormale

Amaia Salazar non è una donna qualunque. È una poliziotta esperta e intelligente, che è riuscita a superare l'ostilità dei colleghi uomini fino a guadagnarsi la loro stima. Anche la sua vita privata è ricca e appagante, grazie a un marito che la ama moltissimo. Ma quando una serie di delitti atroci la richiamano nel paese di origine dove vive la sua famiglia e che Amaia era ben felice di avere abbandonato, ogni certezza si sgretola improvvisamente: antiche angosce si risvegliano, segreti che sperava dimenticati e che invece ritornano, come se fossero misteriosamente collegati a quegli omicidi. Per risolvere il caso Amaia è costretta a confrontarsi con il lato buio della sua anima mettendo a rischio la solidità della propria vita, i legami familiari, perfino la certezza del proprio lavoro, e cercare l'assassino lungo i sentieri di antiche leggende, superstizioni inquietanti che parlano di un potere ancestrale e invincibile...
Amaia Salazar è una detective a capo della squadra omicidi della Policia Foral de Navarra, una donna intelligente, caparbia e tormentata, Amaia, infatti, ha un passato traumatico e irrisolto che nasconde con molta abilità perfino al marito.
Le ombre però, sono sempre in agguato e una serie di omicidi la condurrà proprio, dove è iniziato tutto, a Elizondo, il suo paese di origine.
Lì, nei boschi antichi che circondano l’abitato, è stato rinvenuto il cadavere nudo di un’adolescente, la ragazzina è stata strangolata e poi sistemata secondo uno strano rituale, con i capelli pettinati, le mani rivolte verso l’alto e un dolcetto tipico, il txatxingorri, posato sul pube.
Sembra quasi che il serial killer volesse rappresentare la purezza e che avesse voluto che il corpo fosse trovato come monito per tutti, infatti, sul sentiero che porta alla scena del crimine sono state lasciate un paio di scarpe rosse di vernice. 

12 settembre 2019

"Le figlie del guardiano del faro" di Jean E. Pendziwol


Titolo: Le figlie del guardiano del faro § Autrice: Jean E. Pendziwol § Pagine: 304
Casa editrice: Garzanti § Genere: Narrativa contemporanea

In lontananza risuonano gli strilli dei gabbiani e lo sciabordio delle onde. Elizabeth ha sempre vissuto vicino al mare e quell’immensa distesa, per lei, è piena di ricordi. Ora che è anziana, però, le immagini sono sempre più lontane, confuse e indefinite. Come il tempo che trascorre in casa di riposo. Per fortuna c’è la giovane Morgan che, a volte, passa le giornate con lei. Anche se sono solo due estranee, quando stanno insieme Elizabeth riscopre un sorriso che credeva perduto. Fino al giorno in cui Morgan vede i disegni che Elizabeth custodisce con cura sin da quando era bambina. Sono delle libellule dalle grandi ali colorate che volano leggere. La ragazza sa chi le ha disegnate, sa di chi è quello stile inconfondibile. Appartiene all’uomo che l’ha cresciuta. Lo stesso che anche Elizabeth ha incontrato anni prima. E infatti le basta sentire il suo nome perché i ricordi riprendano a sgorgare inarrestabili. Le sembra di essere di nuovo nel faro di cui il padre era il guardiano. Con lei, come sempre, c’è la sorella gemella Emily. La fragile e timida Emily. Il passato riaffiora vivido in ogni particolare e, con lui, tutti i misteri rimasti irrisolti, tutte le domande che non hanno mai avuto risposta. Forse Morgan potrebbe averle. Forse i loro destini sono legati, come mai avrebbero immaginato. Ma a volte è meglio che i segreti rimangano sepolti nel passato. Perché hanno ancora molto da dire. Hanno una lunga eco che sembra non finire mai. Come il volo di una libellula.

Morgan è una ragazzina di diciassette anni ribelle e insofferente, orfana di genitori, è vissuta per dieci anni in compagnia del nonno materno, un uomo buono che le ha tramandato l’amore per la musica e l’arte di suonare il violino.
Purtroppo, il nonno viene a mancare e la piccola è costretta a vagare da una casa famiglia all’altra, piena di risentimento per la vita, finisce in compagnie sbagliate che la mettono nei guai.
Infatti, per farsi accettare dal gruppo disegna sulla staccionata di una casa di riposo delle libellule in volo, così simili ai dipinti che il nonno le aveva regalato e che lei nasconde nella custodia del suo violino, purtroppo, Morgan viene colta sul fatto e si ritrova a dover pulire la staccionata e a fare del lavoro socialmente utile proprio nella casa di cura.
Il destino sa come intrecciare tutti i fili che dal passato giungono fino ai giorni nostri e, Morgan, senza rendersene conto verrà attirata inevitabilmente verso Elizabeth. 

9 settembre 2019

"Rimozione forzata" di Emma Black


Titolo: Rimozione Forzata- Serie Legio #1 § Autrice: Emma Black § Pagine: 504
Casa editrice: Autopubblicato § Genere: Paranormal Romance

Alice Cooper è una giovane donna come tante, un po’ pantofolaia e ancora inesperta.
Trascinata dalle amiche ad una festa, incontra Bill, un uomo affascinante e misterioso. Una passione immediata e inevitabile li travolge e lei lo segue in albergo, convinta di poter trascorrere la notte con lui, senza troppe conseguenze.
Peccato che il destino abbia in serbo qualcosa di molto diverso.
Lui, infatti, non è chi dice di essere. Non si chiama Bill, ma Tom Fabius Buteo e non è un uomo, ma un vampiro millenario, un Centurione della Decima Legione, la preferita di Giulio Cesare.
Scaraventata a forza in un mondo che non le appartiene e tutt’altro che fantastico, Alice si ritroverà legata a lui anima e corpo, combattuta tra il desiderio bruciante e l’odio profondo. Esperienze dolorose e scoperte inquietanti le insegneranno che non può più tornare indietro e, soprattutto, che nemmeno lo vuole.
Così Alice proverà a tutti di non essere un fiorellino delicato, ma di possedere la tempra di una guerriera.
Trascinata dalle amiche a una festa in stile gotico, Alice incontrerà il bello e tenebroso Bill e, convinta di trascorre con lui una normale notte di sesso, si troverà, invece, catapultata nel mondo dei vampiri, esseri millenari che cercano in tutti i modi di accaparrarsi una fetta di potere.
Tra battaglie, complotti, intrighi e poteri, Alice scoprirà di avere in comune con quelle creature più di quanto credeva! 

6 settembre 2019

"Dracul" di Dacre Stoker e J.D. Barker


Titolo: Dracul § Autori: Dacre Stoker e J.D. Barker § Pagine: 467
Casa editrice: Nord § Genere: Horror, mistery

Colpi alla porta. Sempre più rapidi, sempre più forti. Barricato in cima alla torre abbandonata, Bram Stoker prega che i cardini tengano e, nel frattempo, si prepara. Appende crocifissi e specchi alle pareti, carica il fucile e attende. Infine, temendo di non, arrivare vivo all'alba, prende carta e penna e inizia a scrivere tutto quanto è accaduto fino a quel momento... La storia comincia quando Bram ha cinque anni. È un bambino cagionevole, spesso costretto a letto, che passa gran parte del tempo con la sorella Matilda. L'unica persona in grado di farlo stare meglio è Ellen, la giovane tata. Eppure c'è qualcosa di strano in lei, nei suoi modi enigmatici, nella sua carnagione pallidissima. All'inizio è solo una sensazione, poi Bram si rende conto che, da quando Ellen lo «cura», ha una strana ferita al polso, due forellini che non si rimarginano mai. Inoltre spesso Ellen esce di nascosto di notte e, quando capita, al mattino le pagine dei giornali riportano la notizia di brutali omicidi avvenuti a Dublino. I sospetti di Bram e Matilda si fanno sempre più concreti, ma poco tempo dopo, all'improvviso, Ellen sparisce. Gli anni passano. Miracolosamente guarito, Bram continua gli studi al Trinity College, mentre Matilda parte per Parigi. Al suo ritorno, corre da Bram con una notizia inquietante: ha visto Ellen, ancora giovane e bella come quando loro erano bambini. I due fratelli non lo sanno, ma quello sarà l'inizio di un incubo: l'incontro di Bram con una creatura allo stesso tempo spaventosa e affascinante, un incontro che, anni dopo, darà vita a un «romanzo» destinato a diventare leggenda...
Ho ultimato la lettura di questo libro la settimana scorsa, una storia che mi ha veramente catturata fin dalla prima pagine e che ho desiderato centellinare nonostante volessi assolutamente sapere come si sarebbero svolti gli eventi.
Si tratta di una sorta di spin off del celebre classico della letteratura horror ottocentesca “Dracula” di Bram Stoker, un romanzo che ho letto ben due volte in età giovanile.
L’idea di “Dracul” nasce da alcuni misteri che aleggiano sulla stesura e sulla pubblicazione di “Dracula” e intorno alla stessa vita di Bram Stoker.
Dagli scritti personali dell’autore sembra proprio che lui fosse convinto dell’esistenza del terribile conte vampiro, infatti, il suo desiderio era quello di voler informare la popolazione londinese della presenza di questa terribile creatura. 

2 settembre 2019

Month Recap Estivo



Buongiorno lettori, oggi Recap dei mesi estivi! Settembre è arrivato e, anche se la fine effettiva dell’estate arriverà tra una ventina di giorni, io sento già nell’aria il profumo dell’autunno!
Team autunno forever!!
Cosa ho fatto in questi mesi?
Ho visto un po’ di serie tv, qualche film e letto un po’ di cosine.
Devo ammettere che avrei voluto leggere molto di più ma sono arrivata alle ferie di agosto stremata, sia per il lavoro sia per gli impegni in Accademia.
Ho superato il primo anno di Counseling Psicologico Olistico e a breve inizierò il secondo, quindi farò di tutto per rimanere costante sul blog, forse le letture non saranno moltissime quindi di conseguenza anche le recensioni ma, conto di leggere almeno tre libri al mese e di farlo con la massima serenità.
Spendo due parole per le serie Tv, insieme al maritino abbiamo visto la seconda stagione di Dark, veramente bellissima, guardatela perché tutti gli avvenimenti accaduti nella prima serie vengono finalmente spiegati e trovano un senso logico, ovviamente altri misteri si dipanano all’orizzonte ma confido in una terza stagione mozza fiato!
Poi, abbiamo guardato Stranger Things 3, molto molto bella, vedere i ragazzi alle prese con i primi amori e le prime sfide è stato proprio carino, ho amato moltissimo il personaggio di Undi e di Hopper, per lui ho una vera passione! Capiamoci, non sto parlando del belloccio di torno ma di un personaggio veramente ben riuscito, lo adoro!
Per questo il finale mi ha fatto storcere molto il naso! Chi l’ha visto capirà, spero nella quarta stagione.
Ora siamo a metà della terza di Penny Dreadful e ieri sera abbiamo iniziato la seconda stagione di MindHunters, molto interessante! 

30 agosto 2019

"La strada" di Cormac McCarthy


Titolo: La strada § Autore: Cormac McCarthy § Pagine: 218
Casa editrice: Einaudi § Genere: Classici della letteratura americana

“Un uomo e un bambino viaggiano attraverso le rovine di un mondo ridotto a cenere in direzione dell'oceano, dove forse i raggi raffreddati di un sole ormai livido cederanno un po' di tepore e qualche barlume di vita. Trascinano con sé sulla strada tutto ciò che nel nuovo equilibrio delle cose ha ancora valore: un carrello del supermercato con quel po' di cibo che riescono a rimediare, un telo di plastica per ripararsi dalla pioggia gelida e una pistola con cui difendersi dalle bande di predoni che battono le strade decisi a sopravvivere a ogni costo. E poi il bene più prezioso: se stessi e il loro reciproco amore.” 
Questa credo sia stata una delle letture più impegnative di quest’anno, una storia che mi ha travolta e colpita profondamente, lasciandomi tramortita e senza forze. 
Arrivata alla fine non volevo nemmeno parlarne sul blog, provavo e provo, una sorta di soggezione nei confronti di questo classico della letteratura americana, come la sensazione che la mia opinione sia superflua, insignificante di fronte alla magnificenza di quest’opera. 

29 agosto 2019

Novità Librose Settembre Ottobre


Buongiorno cari lettori e amici del blog, oggi riapre ufficialmente la rubrica Novità Librose!
La mancanza del blog si è fatta sentire durante l’estate, non scrivo in modo organizzato e costante da giugno ma, devo ammettere che la pausa mi ha fatto bene e che ora sono tornata carica e piena di voglia di fare.
Partiamo dunque con i libri in uscita tra Settembre e Ottobre! Che dire? Sono veramente tanti e bellissimi, oltretutto, quindi il mio motto diventerà ufficialmente “povertà non ti temo” e “vado a vivere sotto un ponte” (Laura, La Libridinosa, mi ha assicurato che mi avrebbe fatto compagnia portando parte dei viveri! ;D)
Non voglio ripetervi per l’ennesima volta che uscirà il 3 Settembre la trilogia di Nevernight di Jay Kristoff (quel giorno aspetterò il corriere piazzandomi sul poggiolo con sguardo famelico!), il 24 Settembre esce La corte di ali e rovina di Sarah J.Maas (anche lui già pre ordinato!), lo stesso giorno ci sarà l’uscita di Sei di corvi di Leigh Bardugo (yeeeeeee) e infine il 17 Ottobre avremo Un assassino alle porte di Sabah Tahir!
Di questi libri ho già parlato in un altro post, se volete informazioni su costi e trame vi lascio QUI il link.
Ma parliamo di tutti gli altri libri in uscita: leggerò sicuramente Le figlie del guardiano del faro edito Garzanti, adoro i fari e la trama promette grandi emozioni; desidero ardentemente Il silenzio delle ragazze edito Einaudi, ho l’idea che sarà una storia potente e intensa; Leopardo nero, lupo rosso edito Frassinelli mi ispira moltissimo ma il costo dell’edizione cartacea è esorbitante quindi, prima di acquistarlo, aspetterò qualche recensione. Ed infine, mi piace molto la trama di Un amore così dolce edito Neri Pozza, non ho letto nulla dell’autore ma ne ho sentito parlare benissimo!
Bene, con ciò, posso ufficialmente preparare i bagagli per la mia nuova dimora sotto un ponte!
Voi cosa acquisterete? C’è qualche titolo che ha attirato la vostra attenzione?
Come sempre, vi auguro Buon Shopping Libroso!

26 agosto 2019

"Le signore in nero" di Madeline St John


Titolo: Le signore in nero § Autore: Madeline St John § Pagine: 197
Casa editrice: Garzanti § Genere: Narrativa moderna

Sydney 1950. Sui manichini spiccano le gonne a balze e i corpetti arricchiti degli accessori più preziosi. Ma Goode's non sono solo i più grandi magazzini della città, dove trovare l'abito all'ultima moda. Per quattro donne che lavorano sono anche l'unica occasione di indipendenza. Mentre con le loro eleganti divise di colore nero consigliano le clienti su tessuti e modelli, nel loro intimo coltivano sogni di libertà, di un ruolo diverso da quello di figlia, moglie e madre. Lesley sogna di continuare a studiare, anche se il padre non ne vuole sentir parlare. Poi c'è Patty che solo sul lavoro sente di valere qualcosa, mentre a casa il marito la tratta come fosse trasparente. Anche per Fay andare al grande magazzino ogni mattina significa sentirsi meno sola. A sorvergliarle come una madre c'è Magda: le sprona a inseguire i loro desideri e a trovare il proprio stile nel vestire, a coltivare l'idea che una donna possa raggiungere qualsiasi obiettivo. Per tutte è in arrivo un tempo di grandi cambiamenti e opportunità inaspettate. Tra un party, un nuovo vestito e nuove consapevolezze, Lesley, Patty, Fay e Magda vivranno il momento magico in cui si decide chi si vuole essere davvero.

Frizzante, raffinato e assolutamente femminile!
Questi sono i tre termini con i quali descriverei il libro “Le signore in nero”, infatti, con grande ironia e uno stile arguto e divertente, Madeline St John traccia il ritratto di quattro donne alla ricerca di se stesse.