-->

13 marzo 2017

"Forever" di Amy Engel

Buon lunedì meravigliose creature del web, oggi ho deciso di dedicarmi alla recensione di un libro che ho concluso la settimana scorsa e di cui sto già leggendo il seguito (che ho praticamente finito ;D). Si tratta di “Forever” di Amy Engel.
Avevo acquistato questo romanzo durante una promozione della Newton&Compton, l’ho pagato una miseria ma purtroppo l’ho messo da parte a discapito di altre letture.
Poi vedo che sta uscendo il secondo e la curiosità si accende nuovamente, infine, a farmi capitolare, Roberta del blog Dolci&Parole mi dice che è davvero bello e che non posso lasciarmelo scappare. Così eccomi qui.
Che dire, non sono rimasta delusa e ho proseguito immediatamente la lettura del secondo.

TITOLO: Forever- The Book of Ivy #1
AUTORE: Amy Engel
PAGINE: 256
CASA EDITRICE: Newton&Compton
GENERE: Dispostico, Fantasy, Young/Adult

TRAMA: Dopo una guerra nucleare senza precedenti, la popolazione degli Stati Uniti è decimata. Un piccolo gruppo di sopravvissuti entra in conflitto per decidere quale famiglia andrà al governo del nuovo mondo. Il clan dei Westfall perde lo scontro con quello dei Lattimer. Passano cinquant'anni e la comunità è ancora in pace, ma il prezzo è alto: ogni anno un rito assicura l'equilibrio forzato tra le famiglie e così una delle figlie dei perdenti deve andare in sposa a uno dei figli di quella vincente. Quest'anno, è il mio turno. Il mio nome è Ivy Westfall, e la mia missione è semplice: uccidere il figlio del capo dei Lattimer, Bishop, il mio promesso sposo, e restituire il potere alla mia famiglia. Ma Bishop sembra molto scaltro oppure non è il ragazzo spietato e senza cuore che mi avevano detto. Sembra anche essere l'unica persona in questo mondo che veramente mi capisce, ma non posso sottrarmi al destino, io sono l'unica che può riportare i Westfall al potere. E perché questo accada, Bishop deve morire per mano mia...


Forever è un romanzo che parte con il botto! Siamo in un futuro post-apocalittico, la terra è stata devastata da una guerra nucleare, sono morte milioni di persone e le città sono state danneggiate irrimediabilmente.
I pochi sopravvissuti si raggruppano in piccoli insediamenti, uno di questi è Westfall.
La comunità è stata fondata cinquant’anni prima proprio da un Westfall ma il potere fa gola a tanti e il conflitto che nasce fa cadere il fondatore a favore di un nuovo presidente appartenente alla famiglia Lattimer.
L’odio tra le due fazioni si propaga nel corso degli anni fino a raggiungere Ivy, figlia di un Westfall e futura sposa di un Lattimer, l’erede alla presidenza. 
Una crudele tradizione vuole che le figlie dei perdenti vadano in sposa ai figli dei vincenti e viceversa, dalla loro unione nasceranno dei figli che apparterranno a entrambe le parti quindi nessuno oserà muovere battaglia contro il proprio
sangue.
La pace è un equilibrio precario che va a discapito di giovani ragazzi costretti a sposarsi con persone sconosciute.
Le cose però stanno per cambiare!
Allevata nell’odio per i Lattimer, Ivy è stata istruita per diventare la moglie perfetta di Bishop, futuro presidente di Westfall. Una volta conquistata la sua fiducia dovrà assassinarlo e rendere così innocua la dinastia dei Lattimer.
In questo modo suo padre prenderà il potere diventando il nuovo capo di Westfall, un ruolo che gli spetta di diritto visto che è il discendente del fondatore.
Ma la realtà è ben diversa da come Ivy si aspettava, Bishop non è un arrogante rampollo né una persona crudele e meschina, anzi, si rivela un ragazzo umile e intelligente, pieno di premure e pazienza, un giovane con grandi idee di cambiamento che condivide a pieno il pensiero di libertà di Ivy.
Bishop riuscirà pian piano a superare le barriere erette da Ivy e a far breccia nel suo cuore.
Cosa farà Ivy per salvare coloro che ama?
Fin dove si spingerà per proteggerli?
Ho apprezzato moltissimo questo fantasy dispotico, l’autrice è riuscita a creare un mondo carico di dettagli pur avendo scritto un numero esiguo di pagine.
La realtà che ci viene descritta è credibile: una città immersa nel nulla, recintata contro le minacce esterne e governata da un presidente che ha tutti i poteri decisionali.
Nonostante il motore che muove le vicende sia la rivoluzione questo primo romanzo è incentrato principalmente sul percorso che compiono Ivy e Bishop per conoscersi, i momenti di vita quotidiana si alternano a momenti di suspance rendendo il libro romantico ma anche intenso.
I due protagonisti sono bellissimi e ben descritti.
Ivy è una ragazza cresciuta nell’odio e nel rancore per la famiglia di Bishop, la sorella Callie e il padre le hanno inculcato principi e verità, l’hanno programmata per compiere l’omicidio del marito plagiandola e annientano la sua volontà.
Ivy non è libera di pensare e dire la propria opinione e allo stesso tempo non si sente amata per quello che è ma solo per quello che i suoi parenti possono ottenere da lei.
All’inizio ci sembra cieca e ingenua, legata al continuo bisogno di soddisfare la sorella e il padre, fedele alla rivolta tanto da non dare peso ai propri sentimenti, muta di fronte all’atrocità che le chiedono di compiere.
Pian piano però Ivy matura e apre gli occhi, scopre le bugie e i tradimenti, gli intrighi e le bassezze compiute dalla sua famiglia e capisce che i suoi sentimenti per Bishop valgono più di ogni cosa. Si dimostra forte e coraggiosa, una ragazza intrepida che mette a rischio tutto pur di salvare la persona che sente di amare.

«Sei felice Ivy?», mi chiede, sorprendendomi.
In tutta la mia vita, credo che nessuno mai mi abbia fatto questa domanda.
[…]
So cosa dovrei rispondergli, so cosa non dovrei provare per lui,
e la verità è lì da qualche parte nel mezzo.
«Sono in corso d’opera», gli dico infine.
«Ma sono sulla buona strada».

Bishop d’altro canto è un ragazzo meraviglioso!
Ho adorato questo personaggio, sa essere paziente e generoso, fa capire ad Ivy cos’è il vero interesse, l’amore senza pretese e la forza della verità.
Bishop è saggio e vede oltre le apparenze, sveglio e privo di schemi, capace di
pensare con la propria testa, libero da bugie e convinto che le cose si possano migliorare se affrontate nel modo giusto.

«...nessuno può controllare le persone che diventeremo, se non noi».
«E tu chi vorresti diventare?».
La mia domanda è sarcastica, ma non il tono in cui mi esce, sembro interessata.
[…]
Bishop mi guarda. «Una persona onesta.
Qualcuno che cerca di fare le cose giuste seguendo il proprio cuore,
anche se altri possono sentirsi delusi». Fa una pausa.
«Qualcuno abbastanza coraggioso da essere tutto questo».

Il cuore del romanzo è la storia che nasce tra questi due ragazzi quindi a tratti sembra più un libro romantico che un dispotico ma è bello così.
Mi sono emozionata leggendo di questi sue giovani che si scoprono a poco a poco e superano le barriere che altri hanno eretto per loro.
La storia ci coinvolge fin dalle prime pagine, il mix di elementi romantici e dispotici intriga e rende la lettura interessante.
L’autrice ha uno stile limpido e scorrevole, ci catapulta in questa realtà così lontana dalla nostra e ci fa riflettere.
Quanto costa la libertà?
In poche pagine è condensata una storia d’effetto che nelle ultime righe lascia con il fiato sospeso tanto che non puoi fare a meno di voler conoscere il seguito.

Valutazione

L’amore non è qualcosa su cui puoi legiferare,
l’amore va oltre i grafici e le tabelle e gli interessi,
l’amore è disordinato e complicato
ed è un errore negare la sua causale magia.


AUTRICE: È nata in Kansas e dopo un’infanzia trascorsa tra Iran, Taiwan e diversi luoghi degli Stati Uniti si è fermata a Kansas City, nel Missouri, dove vive con il marito e due figli. Prima di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura, è stata avvocato penalista. Il primo titolo della saga bestseller pubblicato da Newton Compton nel 2016 è Forever. Per saperne di più, consultate il sito amyengel.net.

Nessun commento:

Posta un commento